Tecnologia

Ritorna iPod Touch: Apple al lavoro sulla settima generazione

Vi ricordate l’iPod Touch, il lettore di musica digitale che Apple lanciò nel 2015? L’ultimo modello di sesta generazione, praticamente un iPhone senza connessione cellulare dedicato solo alla musica, sembrava essere l’ultimo della sua categoria, eppure secondo quanto riporta il blog Macotakara (uno dei più autorevoli ed affidabile quando si parla di prodotti della mela), contrariamente alle aspettative il colosso di Cupertino sta pensando ad una nuova generazione di iPod Touch. Secondo le indiscrezioni, il lancio del nuovo lettore musicale potrebbe avvenire già nel corso del 2019, anche se al momento non sono ancora note le caratteristiche del piccolo device. iPod Touch ha rappresentato uno dei device più gettonati all’inizio degli anni ’10: nato soprattutto per l’intrattenimento, ha permesso a molti utenti – soprattutto ai giovanissimi – di approfittare dell’esperienza iOS senza però sfruttare la parte telefonica, riservata a iPhone. Negli anni gli aggiornamenti si sono fatti sempre meno frequenti, con l’ultimo speed-bump nel 2017, con un aumento delle capacità di storage.


Prodotti riservati a una piccolissima cerchia
Certo, è difficile dire quanto oggi ci sia bisogno di un dispositivo del genere. Con l’enorme popolarità degli smartphone dove ormai possibile sentire tutti i brani musicali che si desidera anche in modalità off-line, i consumatori non avrebbero quindi un preciso interesse ad acquistare un device da taschino dalle funzioni analoghe, ma privo di supporto telefonico e connettività LTE. A conferma di questa teoria è l’andamento delle vendite degli attuali lettori musicali: oggi i dispositivi come l’iPod, vengono acquistati soprattutto dagli audiofili che vogliono ascoltare file in alta risoluzione, vale dire dei formati audio molto più dettagliati (e pesanti) degli mp3. Insomma, sono diventati prodotti riservati a una piccolissima cerchia di appassionati disposti a spendere centinaia di euro per un lettore.

C’è anche l’AirPower
Lettori mp3 a parte, Apple avrebbe in serbo anche un’altra sorpresa: l’AirPower. Annunciato nel 2017, è un caricabatterie in grado di dare energia ai vari dispositivi della Mela senza bisogno di cavi. Basta infatti poggiare l’iPhone, il Watch o gli AirPods su questa piastra per ricaricarli in modo rapido e veloce. Dopo l’annuncio di due anni fa Apple aveva rimandato lo sbarco sul mercato dell’AirPower per alcuni problemi riguardanti il surriscaldamento ed eventuali interferenze ma ora, secondo gli analisti, sarebbe pronta a svelare la versione definitiva. E sarebbe anche ora visto che nel mentre tanti altri prodotti simili sono arrivati sul mercato a prezzi anche abbordabili. Una data precisa per ora non c’è ma Ming-Chi Kuo, uno dei più credibili analisti della Mela, parla dei primi mesi di questo 2019.

 

Ti potrebbe interessare anche: Ecco a voi Platoon, la start-up musicale che Apple ha acquistato per stanare gli artisti emergenti