Cultura

Roberto Saviano apre Caffeina Festival con “In mare non esistono taxi”

Roberto Saviano torna a Viterbo e torna a Caffeina per una grande anteprima di apertura del festival 2019. La tredicesima edizione partirà il 22 giugno, ma il festival quest’anno si apre con un’anteprima di pregio. Martedì 18 giugno 2019 alle ore 21 al teatro Caffeina arriverà Roberto Saviano per presentare “In mare non esistono taxi”, l’ultimo libro del giornalista pubblicato da ContrastoBooks.

Si tratta di un libro dalla formula innovativa. L’autore di “Gomorra” commenta, riflette e dialoga con alcuni fotografi, autori di scatti e immagini incentrati sul tema delle migrazioni e dell’integrazione. I fotogiornalisti coinvolti sono: Martina Bacigalupo, Olmo Calvo, Lorenzo Meloni, Paolo Pellegrin, Giulio Piscitelli, Alessandro Penso, Moises Saman, Massimo Sestini e Carlos Spottorno.

Fotografie che mostrano all’occhio del lettore quello che accade in mare alle persone che, disperate, si mettono in marcia per cercare un futuro migliore lontano, al di là dell’orizzonte. Immagini che sono accompagnate dalle parole dello scrittore campano, dando vita a un racconto oggi più importante che mai, in un Paese che sembra aver perso il senso della solidarietà verso l’altro.

Saviano dà spazio anche ai volti degli operatori di Medici Senza Frontiere che salvano le persone in mare, con i loro ritratti sul campo. Dedicato ad Alessandro Leogrande, scrittore, giornalista e filosofo molto apprezzato da Saviano, “In mare non esistono taxi” è già un best seller, al vertice delle classifiche di vendita per la saggistica in Italia.

Viterbo torna dunque ad accogliere Saviano dopo il bagno di folla di piazza San Lorenzo in occasione dell’edizione 2017 di Caffeina. Il festival ci chiuderà il 30 giugno: se l’anteprima è questa, non ci resta che aspettare l’intero programma che si prevede essere di altissimo livello con tanti grandi ospiti. Appuntamento a Viterbo, dunque, dal 22 al 30 giugno.

 

Ti potrebbe interessare anche: La priorità di Salvini? Colpire Saviano: “Pronta la revisione delle scorte”