People

Roma non riesce a seppellire nemmeno Gigi Proietti: dove finiscono le sue ceneri

Il caos sepolture a Roma continua senza sosta, e per migliaia di famiglia si tratta di una tragedia nella tragedia. Ogni giorno arrivano racconti drammatici su questo incredibile disservizio, con la sindaca Virginia Raggi nell’occhio del ciclone. Tra i tanti in fila per una sistemazione, pensate un po’, c’è anche il grande attore Gigi Proietti. Sì, perché come racconta Rory Cappelli su Repubblica, “Roma non è stata capace di trovare una sepoltura per uno dei suoi concittadini più amati”. La famiglia di Gigi Proietti è andata più volte con i responsabili dell’Ama e del Comune al cimitero del Verano per sopralluoghi che non hanno portato a niente. “Proietti poi è stato uno dei tanti romani finiti nell’incubo dei cimiteri capitolini: morto il 2 novembre 2020, rischiava una lista di attesa per la cremazione di almeno due mesi. Alla fine poi è stato cremato. E dove sta ora, quindi? (Continua a leggere dopo la foto)

“Il padre di Proietti, Romano, era originano di Porchiano del Monte, frazione di Amelia, in Umbria: ed è proprio nel cimitero di Porchiano che Romano e Giovanna, i genitori di Gigi, sono sepolti. E così, ecco che invece di trovare una sepoltura nella città che l’ha visto nascere nel 1940, crescere e diventare uno dei grandi interpreti del teatro italiano, per la mancanza di tombe, per l’incapacità di trovare un’alternativa, il Comune di Roma costringe la famiglia a traslarne le ceneri accanto ai genitori”, ma solo provvisoriamente, almeno fino a quando non si troverà una tomba al Verano. (Continua a leggere dopo la foto)

Ma la situazione tombe del cimitero del Verano, il monumentale della città, è drammatica. In Commissione Trasparenza di metà aprile scorso è stato infatti annunciato da Ama: “Presto saranno disponibili nuovi lotti”. II cimitero Verano oggi occupa 83 ettari, ha 9 ingressi e là ci sono anche le tombe dalla famiglia Garibaldi e di Goffredo Mameli, ma anche quelle di Alberto Sordi e Vittorio Gassman, Petrolini, Vittorio De Sica, Nino Manfredi. Ed è qui che Gigi Proietti merita la sua degna sepoltura.

Ti potrebbe interessare anche: Renzi: “Indaghiamo chi si è arricchito in modo illecito con il Covid”. E cita Arcuri e D’Alema