People

Andrea Romano: “Mio figlio è morto da 2 mesi ma devono ancora a seppellirlo. Raggi vergognati”

Il dramma di Andrea Romano, deputato del Pd, ha scosso tutti. Dopo due mesi di dolore assoluto per la perdita di suo figlio, Romano si è unito ai tanti genitori come lui che a Roma devono ancora seppellire i loro cari. Ama, la municipalizzata che gestisce i servizi cimiteriali di Roma, non gli ha ancora comunicato una data. Romano ha denunciato il disservizio con un messaggio su Twitter indirizzato alla sindaca Virginia Raggi. “Oggi sono 2 mesi che mio figlio Dario non è più con la sua mamma, con i suoi fratelli, con me. 2 mesi che non riusciamo a seppellirlo: Ama non dà tempi di sepoltura degni di una città civile. Anzi, non dà alcun tempo. La tua vergogna non sarà mai abbastanza grande”, scrive il deputato dem rivolgendosi a Raggi. (Continua a leggere dopo la foto)

In molti non erano neanche a conoscenza del grave lutto di Andrea Romano, e in poco tempo il suo messaggio è diventato virale sui social. La sindaca ha risposto subito: “Ciò che è accaduto alla famiglia di Andrea Romano e ad altre famiglie è ingiustificabile. Sono vicina a tutti loro. Posso solo immaginare lo strazio e il terribile dolore che stanno vivendo. Ho convocato Ama che mi ha assicurato di stare lavorando ad una soluzione per dare risposte ai cittadini in questo momento di emergenza coronavirus”. Il figlio di Andrea Romano aveva 24 anni e – secondo quanto riporta il Corriere della Sera, che ha parlato con lo stesso deputato Pd – era affetto da una grave malattia fin dall’infanzia. (Continua a leggere dopo la foto)

Il ragazzo, morto il 22 febbraio, è stato cremato ma le sue ceneri attendono ancora di essere sepolte. “Non possiamo nemmeno accedere al deposito del cimitero di Prima Porta, dove sono accatastate le sue ceneri”, ha raccontato Romano al Corriere. “Ero assai restio, vista la mia carica politica, a rendere pubblica la vicenda. Ma poi ho deciso di denunciare questo dramma, perché è lo stesso che stanno vivendo centinaia di famiglie romane”. La famiglia Romano ha già una tomba dove seppellire il ragazzo: “Ma non è sufficiente, perché Ama, la società municipalizzata che si occupa anche dei cimiteri, non riesce ad organizzare nemmeno la tumulazione”. (Continua a leggere dopo la foto)

Attacca ancora Romano: “L’emergenza Covid è una giustificazione che viene solo sfruttata. Quale mancanza più grave possono avere un sindaco e un’amministrazione locale?”, si chiede il deputato del Pd. “Non riescono nemmeno a permettere alle famiglie di seppellire i propri cari. Non si tratta di chiedere un favore o un privilegio. Questo è uno strazio. Non voglio strumentalizzare questa vicenda a fini politici, ma la sindaca di Roma Virginia Raggi deve chiedere scusa per tutto questo, sarebbe già un inizio”.

Ti potrebbe interessare anche: Tutti contro Grillo per il video sul figlio, Letta ci va giù duro: “Parole inaccettabili”