Interni

Salvini come Greta: il Capitano adesso sogna il Nobel per la Pace

Un’intervista che non è ancora andata in onda, e che arriverà su Rai Due soltanto il prossimo 22 giugno alle 9.30. Ma che sta già facendo discutere, e parecchio, per i suoi contenuti. Al centro della scena la deputata tedesca e vice-capogruppo di di Alternative für Deutschland (AfD) Beatrix von Storch, che nel corso di un intervento nel programma Punto Europa lancerà la sua personalissima proposta: candidare Matteo Salvini al Premio Nobel per la pace.

Parole che potrebbero suonare come una provocazione e che però sono invece realmente state pronunciate dal membro del Bundestag: “Propongo Matteo Salvini per il Premio Nobel per la pace, perché ha sperimentato una politica efficace di stabilità per l’Europa e per il salvataggio di migliaia di vite, un esempio che gli altri dovrebbero seguire” ha detto l’esponente del partito populista di destra, alleato della Lega in Europa.
Secondo Von Storch, Salvini, con la chiusura delle frontiere italiane “ha fermato con successo l’immigrazione clandestina verso l’Europa e l’industria del traffico di migranti, mostrando quali politiche oneste e decisive si possono fare. L’industria dei profughi con le sue navi non deve continuare a fare affari sporchi con la speranza di arrivare in Europa”.Afd farà parte del gruppo di Matteo Salvini e Marine Le Pen, Identità e democrazia, nella prossima legislatura del Parlamento Ue, che inizierà il prossimo 2 luglio. La grande favorita per il Premio Nobel per la pace 2019 è in realtà Greta Thunberg, la 16enne attivista svedese creatrice del movimento ormai internazionale “FridaysForFuture”, ma la candidatura del leghista ha subito acceso lo scontro social tra gli utenti: in molti si sono detti contrari all’ipotesi, sostenendo che “non ci può essere scelta meno azzeccata”.

Salvini, stoccata a Di Battista: “Un chiacchierone tropicale a pagamento”