Interni

Salvini-Vauro, è guerra: il Capitano pronto alla querela per una vignetta

Ha fatto e continua a far discutere la proposta di riforma della legittima difesa avanzata da Matteo Salvini e che ha trovato concordi le forze del centrodestra. E che è finita al centro di una vignetta, realizzata da Vauro Senesi, che rischia di trasformarsi in un vero e proprio caso, con il leader della Lega che si è detto pronto alla querela. Nel disegno si vede il leader della Lega, con la consueta divisa da poliziotto, che scambia una pistola per il suo smartphone e si ‘spara’ un selfie.

“Nuova legge sulla legittima difesa. Selfie fatale. Quando scambiò la pistola per il telefonino” si legge nel testo della vignetta di Vauro che accompagna il disegno di Matteo Salvini in divisa intento a farsi un autoscatto ‘killer’. Uno sketch che non è affatto piaciuto al ministro dell’Interno che ha annunciato sui social la sua intenzione di querelare il famoso vignettista.
Il diretto interessato non ha tardato a far sentire la propria voce, ricorrendo alla sua pagina Facebook per passare al contrattacco: “E poi è Salvini che semina odio – scrive Matteo Salvini sui proprio canali social – Querela per il signor Vauro, che dite? E, alla faccia dei sinistri, buona giornata Amici”. Non sono mancate le polemiche anche per questa scelta del numero uno del Carroccio. Selvaggia Lucarelli, in un tweet, ha fatto ad esempio notare come all’indomani dell’attentato avvenuto nella sede della testata francese Charlie Hebdo lo stesso Salvini si fosse detto strenuo difensore della satira. Ora, le cose sembrano essere cambiate parecchio.

All’attacco di Salvini e Giordano: “Loro sono i razzisti politicamente corretti”