Interni

Salvini difende Trump, ma stavolta anche i leghisti gli si scagliano contro

Un primo endorsement era già arrivato sui social nelle scorse ore, quelle immediatamente successive allo scoppio della crisi iraniana. Matteo Salvini non aveva esitato un secondo a prendere posizione, schierandosi dalla parte del presidente Trump. “Donne e uomini liberi, alla faccia dei silenzi dei pavidi dell’Italia e dell’Unione Europea, devono ringraziare Trump e la democrazia americana per aver eliminato uno degli uomini più pericolosi e spietati al mondo” era stato il messaggio lanciato subito dopo la morte di Soleimani, con la tensione che saliva alle stelle.

Un messaggio che aveva diviso gli utenti: anche tra i fedelissimi del Capitano, infatti, non tutti avevano gradito una presa di posizione così netta, ricordando al leader della Lega i rischi dell’azione americana. Salvini non si è però per nulla pentito del messaggio e ha rilanciato poco dopo: “Fra, da un lato, l’estremismo e la violenza islamica e, dall’altro, la libertà, non ho dubbi su cosa scegliere: sempre e comunque la libertà, la pace, il rispetto dei diritti umani e dei nostri valori cristiani”.
Un modo, tra l’altro, per tentare di riavvicinarsi a quel Trump che durante la crisi d’agosto, quel del Papeete e della nascita del governo giallorosso, aveva improvvisamente voltato le spalle alla Lega per lodare “Giuseppi” Conte. Anche in questo caso, però, sono subito arrivati messaggi molto critici nei confronti di Salvini: “Mi dispiace, ma dopo ieri il mio voto non sarà più per te! Ricorda che il generale che ieri è stato ucciso per mano degli americani e dallo stato d’Israele, ha combattuto contro l’isis e i loro tagliagole di cristiani” scrive ad esempio Claudio.E ancora, rilancia Marcello: “Dov’è la tua carità cristiana? Sai che il Vangelo dice di porgere l’altra guancia?”. Oppure: “U$A portatori di libertà e rispetto dei popoli. Proprio un bel discorso da sovranista telecomandato da Washington. Almeno fatevi chiamare Statiunizzati e non sovranisti” nota Augusto. Infine Lucio: “Soleimani ha difeso i cristiani molto più di quanto non lo abbia fatto nessun altro. Cambia consiglieri per gli esteri, i looney tunes non sono adeguati”.

Anziano intrappolato nel grattacielo in fiamme: lo salva un pompiere italiano