Interni

Carnevalata tedesca contro Salvini: Matteo “allatta” il razzismo

I carri di Carnevale sono un appuntamento imperdibile per chi ama lo scherzo e ha voglia di festeggiare e divertirsi, un calderone di ironia dissacrante all’interno del quale finiscono, ogni anno, vip del mondo dello spettacolo, sportivi, personaggi di fantasia ed esponenti del mondo politico. Alla fine è toccato anche a lui, Matteo Salvini, che si è ritrovato a sua insaputa protagonista di una sfilata andata in scena in Germania. E che però ha fatto discutere non poco.

Tutto è successo in quel Düsseldorf, città tedesca che ha visto la tradizionale parata di carri allegorici accompagnati dal saluto della folla scesa in strada. Tra i tanti, eccone uno in particolare in cui il ministro italiano è mostrato a torso nudo, con un seno femminile molto pronunciato, mentre allatta due bambini che rappresentano rispettivamente il razzismo e il nazionalismo. A risaltare è anche un altro dettaglio, un tatuaggio con la scritta “Mafia” all’interno di un cuoricino all’altezza della spalla.
Non è la prima volta che Salvini riceve critiche dai cugini di oltre confine, che già in passato lo aveva accusato di fomentare l’odio e le divisioni tra i cittadini. Il carro dalle grottesche fattezze non è sfuggito all’attenzione dello stesso vicepremier, che attraverso il proprio profilo social lo ha segnalato ai propri follower allegando una foto accompagnata dalla scritta “Carnevale di Düsseldorf”.  Scontata la reazione, al solito molto polarizzata, degli utenti. Da una parte i sostenitori di Salvini sono subito andati all’attacco, criticando la scelta degli organizzatori dell’evento e chiedendo ai tedeschi di farsi “gli affari propri” (la versione originale è un filino meno edulcorata). Altri hanno mostrato apprezzamento per l’ironia espressa dal carro, sottolineando come rientri nello spirito carnevalesco.

Zingaretti mette Salvini nel mirino: “Ci vediamo alle urne”