Interni

Salvini e il virus creato dai cinesi: “Ho detto una balla? Era comunque un esperimento pericoloso”

Matteo Salvini non torna indietro. Dopo le polemiche per la condivisione sui suoi profili social di un video del 2015 contenente estratti di un servizio Rai in cui si parlava di esperimenti in Cina su un coronavirus, suggerendo potesse esserci un legame tra quei test e l’epidemia che oggi ha colpito il mondo, il leader della Lega era stato attaccato dagli utenti in rete. In molti, infatti, gli avevano fatto presente come la stessa rivista Nature Medicine, la prima a parlare della vicenda sulle proprie pagine, aveva smentito proprio in questi giorni qualsiasi possibile correlazione con la malattia che oggi il mondo intero si trova ad affrontare. Il Capitano, però, non ha mollato il colpo. Intervistato da Corrado Formigli a Piazza Pulita su La7, Salvini ha infatti detto: “Ho rilanciato un servizio della Rai. Se lei è tranquillo che nei laboratori cinesi si lavorasse a virus polmonari, io non lo sono. Preferirei lavorassero su altro. Era comunque un altro virus polmonare”. Della serie: forse ho detto una stupidaggine, suggerendo a chi mi segue online che i cinesi possano aver creato il Covid-19 contro il quale oggi combattiamo, ma tutto sommato era meglio non farli, quegli esperimenti.

Salvini aveva rilanciato sui suoi canali social un servizio del Tgr Leonardo (Rai 3) del 16 novembre 2015, in cui viene mostrata una ricerca cinese su un virus chimera creato in laboratorio e ottenuto combinando un coronavirus scoperto in una particolare specie di pipistrello cinese con un altro che causa la Sars nei topi da laboratorio. “Incredibile!!! – aveva scritto Salvini nel post – Da Tgr Leonardo (Rai Tre) del 16.11.2015 servizio su un supervirus polmonare Coronavirus creato dai cinesi con pipistrelli e topi, pericolosissimo per l’uomo (con annesse preoccupazioni). Dalla Lega interrogazione urgente al presidente del Consiglio e al Ministro degli Esteri”.Il video aveva subito creato allarme tra gli utenti, preoccupati che l’origine dell’attuale pandemia di coronavirus fosse tutt’altro che naturale e arrivati a ipotizzare appunto la mano dell’uomo dietro il dramma odierno. La rivista scientifica Nature Magazine aveva però chiarito che non ci sarebbe alcun collegamento con l’attuale pandemia: “Ci risulta che questa storia viene usata per far circolare teorie infondate che il nuovo coronavirus che causa Covid-19 sia stato ingegnerizzato. Non esiste evidenza che questo sia vero”.

“Italia, il Paese degli spaghetti al coronavirus”: a Dubai ci prendono in giro così