Social

Salvini fa gli auguri a Papa Francesco, ma è bufera social

Nel giorno dell’85esimo compleanno di Papa Francesco, Matteo Salvini decide come molti di inviare i suoi auguri al Santo Padre. Un semplice e breve messaggio postato sui social network. Il suo contenuto in apparenza non dovrebbe suscitare polemiche, visto che il leader della Lega si limita ai classici auguri di rito. Ma molti frequentatori del web non la pensano così. Partono così una serie di messaggi di insulti e di prese in giro. A Salvini viene imputato soprattutto il fatto di essersi schierato apertamente in passato dalla parte del Papa emerito, Benedetto XVI, contro la cosiddetta svolta progressista rappresentata invece da Bergoglio.

Matteo Salvini fa gli auguri a Papa Francesco

“Auguri affettuosi al Santo Padre per i suoi 85 anni. Francesco è una guida saggia e preziosa in un momento difficile per l’Italia e il Mondo”. È questo il telegrafico messaggio che Matteo Salvini affida ai social network nella mattinata di giovedì 16 dicembre. Il leader del Carroccio non si aspetta certo che di lì a poco si scateni una vera e propria bufera social contro di lui.

“Basta Suor Matteo, non è più necessario. La lega è già arrivata allo 0%. Grazie per l’impegno dimostrato”, ironizza qualcuno. “Ti manca solo dire che vuoi accogliere tutti gli immigrati e i clandestini è sei al completo!”, lo prende in giro un’altra. “Guarda che è lui che ti porta i migranti, eh! Stai bene?”, gli fa notare qualcun altro.

“Ormai un prete ortodosso è più credibile di Salvini”, protesta un altro facendo riferimento alla notizia di un prete ortodosso che in Grecia ha bollato come “eretico” Papa Francesco. “Gli auguri si fanno senza problemi. Ma che sia una guida saggia e preziosa ho i miei fondatissimi dubbi”, si legge ancora tra i commenti al post. “Ma come? Eravamo rimasti a…’non ho chiesto udienza, se mi chiama lui ci vado’”, si fa beffe di lui un altro. Ma i messaggi di questo tenore, o anche più pesanti, non si contano.

Potrebbe interessarti anche: Quirinale, Salvini dribbla la Meloni: “Un patriota? Ce ne sono 60 milioni”