Interni

Salvini ha deciso come passare le ferie d’agosto: attaccando il suo stesso governo

Cosa fare durante le ferie d’agosto, con il caldo feroce che morde da giorni l’Italia? Matteo Salvini, in vacanza complice la chiusura del Parlamento, sembra aver trovato la sua personalissima risposta: all’andare per l’ennesima volta all’attacco del suo stesso governo. Oggetto del contendere, un suo vecchio cavallo di battaglia: i migranti. Con tanto di accuse subito inviate all’indirizzo della ministra degli Interni Luciana Lamorgese.

Salvini ha deciso di tornare alla carica proprio in queste ore contro il Viminale, puntando contro gli sbarchi: “Non è possibile che ci sia un ministro dell’Interno assente che si preoccupa di mandare i controlli agli italiani che vanno al bar e che sta facendo sbarcare anche in queste ore centinaia di immigrati irregolari non vaccinati”.

E ancora, il leader della Lega non le ha mandate a dire durante la visita alla caserma Ferrari Orsi di Caserta: “Io le persone le giudico dai fatti e come sbarchi di clandestini stiamo tornando ai numeri disastrosi di qualche anno fa. Limitare gli sbarchi si può, invito il ministro a darsi una mossa. Non si capisce perché navi straniere devono sbarcare il loro carico in Italia, basta fare tre telefonate, non occorre la scienza”.

Salvini sembra non aver digerito le parole di Lamorgese sullo ius soli e sul green pass: “Il ministro dell’Interno dovrebbe garantire la sicurezza in tutto il Paese, dentro e fuori dal ristorante. Mi sembra che abbia le idee molto confuse e rischia di far danno perché non puoi trasformare baristi e pizzaioli in bersaglieri o carabinieri. Se facesse meglio il suo lavoro sarebbe meglio per tutti”

Ti potrebbe interessare anche: Tutto quello che non torna nella versione dell’assessore leghista di Voghera