Mass Media

Salvini diserta Sanremo: “Non ci andrò”. Sì, ma qualcuno lo aveva invitato?

Sanremo sta diventando sempre più lo scenario di una battaglia politica. Matteo Salvini adesso rompe il silenzio sulla polemica innescata dalle dichiarazioni, del tutto legittime, di Claudio Baglioni. Il direttore artistico in questi giorni ha fatto scalpore per le dichiarazioni sulla politica messa in campo dal governo sull’emergenza immigrazione, e così il vicepremier spiega la sua posizione: “A me piace Baglioni. Mio figlio mi dice che ascolto musica vecchia: Battisti, De André, Vasco e Baglioni. Mi piace quando cantano, poi ogni cantante ha diritto di pensarla come vuole”.

“Ma siccome è pagato dai cittadini italiani, da una rete pubblica per una iniziativa pubblica se evita di usare il microfono e il palco di Sanremo per fare comizi, gli italiani gliene saranno grati”. Poi il ministro degli Interni ha annunciato che non andrà a Sanremo per una delle serate del Festival. E allora in molti si chiedono se qualcuno lo ha invitato o se voleva ritagliarsi di sua sponte uno spazio in platea… Di sicuro non era tra i cantanti in gara.

Insomma, un gesto che di certo non passerà inosservato e che di fatto potrebbe accendere ulteriormente le polemiche all’Ariston. A gettare benzina sul fuoco c’hanno pensato anche i New Trolls che hanno sollevato il caso della loro canzone esclusa dalla kermesse senza alcuna spiegazione da parte di Baglioni: “Scartati senza neanche una parola da parte di Baglioni”.

“Ho portato il brano ‘Porte aperte’ alla commissione selezionatrice a Roma, lo hanno ascoltato e commentato positivamente, hanno detto che entro settembre-ottobre avrebbero fatto sapere. Nessuno ha chiamato, mai, né ci è stato spiegato il perché dell’esclusione – racconta Gianni Belleno all’Andnkros – Solo quando sono stati resi noti i nomi dei partecipanti a questa edizione di Sanremo abbiamo capito di non essere stati selezionati”.

E ancora: “Non mi sembra corretto, mi aspettavo che Baglioni ci chiamasse o almeno ci facesse chiamare. Io ho sempre rispetto verso i colleghi e ritengo che sarebbe doveroso averlo per tutti”. La canzone dei New Trolls ‘Porte aperte’ parla anche delle paure degli italiani che devono fare i conti con ‘occhi sconosciuti’. Parole che a quanto pare non sono state gradite da Baglioni che ha deciso di “cancellare” la canzone dalla gara.

L’anno scorso Salvini aveva fatto una clamorosa apparizione all’Ariston insieme alla (ex) fidanzata Elisa Isoardi e all’alleato Giovanni Toti. Nell’ordine, l’aspirante premier aveva: cantato “Creuza de ma”, fatto la fila al metal detector come tutti, baciato la Isoardi sulla bocca, parlato di musica e illustrato la ricetta del pesto alla genovese. Quest’anno se lo vedrà da casa… O no?

 

Ti potrebbe interessare anche: Di Maio “Pinocchio”: tutte le promesse non mantenute dal Movimento 5Stelle