Mass Media

Salvini occupa la Rai: nessun politico è più presente di lui nei Tg. Numeri da regime

Salvini instaura un regime televisivo: i dati sono impressionanti. In media i tre telegiornali Rai hanno dedicato nel mese di gennaio (ultimi dati disponibili) al ministro dell’Interno, vicepremier e leader della Lega il 26% dei minuti “di parola” dei politici italiani. Secondo posto in questa classifica, dato che fa ben capire quanto Salvini sia “sponsorizzato” dalla tv di Stato, è “l’altro” vicepremier, e capo politico del Movimento 5 Stelle, Luigi Di Maio, staccato però di oltre dieci punti percentuali (15 per cento).

Terzo, e questo dimostra quanto (poco) sia considerato il presidente del Consiglio del governo Lega-M5s, è il premier Giuseppe Conte: ha parlato “solo” nel 14 per cento dei servizi dei Tg Rai. Quarto è il presidente della Repubblica, Sergio Mattarella, con il 10 per cento dei passaggi in tv. Sparite, letteralmente, le opposizioni.

Per andare a trovare un esponente che non sia membro del governo bisogna scendere addirittura intorno al 3 per cento, dove troviamo Antonio Tajani, vicepresidente di Forza Italia (che però è anche presidente dell’Europarlamento). Letteralmente scomparso dai tg Rai è il Partito Democratico: il dem più in vista nei telegiornali di Stato a gennaio è stato Maurizio Martina con la miseria dell’1,4 per cento dei minuti “parlati”.

Per rendere l’idea di cosa significhino questi numeri, ecco i minuti totali in cui gli esponenti politici hanno parlato nei tg Rai: Matteo Salvini: 78 minuti, Luigi Di Maio: 47 minuti, Giuseppe Conte: 42 minuti, Sergio Mattarella: 31 minuti. E i due “più in vista” dell’opposizione? Appena 15 minuti per Antonio Tajani; 7 per Maurizio Martina.

Fra i tre telegiornali della tv di Stato quello maggiormente “leghista” – e non poteva essere altrimenti – è stato il Tg2 di Gennaro Sangiuliano con quasi 30 minuti “occupati” da Matteo Salvini (a fronte ad esempio, dei 9 di Luigi Di Maio). Salvini ampiamente in testa anche nel Tg1 diretto da Giuseppe Carboni: 36 minuti per il ministro dell’Interno, 28 per il premier Conte e 19 per il capo politico del M5s, Luigi Di Maio.

Il più equilibrato fra i tre tg della tv Stato tra gli esponenti di governo è quello di Rai 3: 12 minuti per Matteo Salvini; 10 per Giuseppe Conte; 9 per Luigi Di Maio. Anche qui, ciao ciao opposizioni.

 

Ti potrebbe interessare anche: Tv, sagre, festival, passeggiate di propaganda: Salvini al ministero non c’è mai. I dati