Social

Salvini triste e solo a San Valentino: il post che scatena la rete

Giornataccia quella di San Valentino per Matteo Salvini. Da single, si consola con la vicinanza delle sue “amiche” sui social. È questo il post su Twitter e Facebook del vicepremier, sempre più ostaggio dei social e sempre più al centro delle polemiche per questi continui post che danno l’idea di come si voglia parlare di tutto fuorché delle vere emergenze del Paese. E così il 14 febbraio, San Valentino, appunto, il vicepremier sforna un altro capitolo del suo Grande Fratello Continuo.

Una foto da solo mentre guarda fuori dalla finestra e un messaggio rivolto alle donne: San Valentino è una festa da abolire. Così il vicepremier e ministro dell’Interno Matteo Salvini apre, nel giorno dedicato agli innamorati, la sua mattinata social. “Un abbraccio a tutte voi amiche, che fate vivere, sognare e crescere questa pagina e l’Italia – scrive su Facebook e poi su Twitter – San Valentino? Avete ragioni voi, probabilmente sarebbe una ‘festa’ da abolire…vi voglio bene”.

Probabilmente ancora brucia la fine della sua storia con Elisa Isoardi, la quale gli ha mandato un messaggio nemmeno tanto velato proprio in occasione della polemica per la vittoria di Mahmood a Sanremo. Un’altra delle priorità del vicepremier in questi giorni. Infatti, con l’Italia in piena recessione, la crescita e il Pil fermi, le crisi internazionali e un Paese sull’orlo del baratro, Di Maio e Salvini si sono ritrovati a discutere del televoto del festival.

Ma a parte questo, quello di cui ragionano ora in molti è proprio l’utilizzo che fa Salvini dei social network. In molti si chiedono se, dopo questo ennesimo post privatissimo, ci si debba aspettare di vederlo anche sulla tazza del cesso mentre espleta i suoi bisogni. La strada sembra proprio questa.

 

La descrizione del post, probabilmente, sarà un’altra delle sue per far vedere “ai milioni di italiani” che lo seguono che lui è esattamente come noi. È per questo che continuamente sulle sue pagine ci sono frammenti della sua vita privata e quotidiana. Il vicepremier fa entrare i suoi fan e i suoi follower all’interno della sua sfera di intimità, per farli sentire vicinissimi e simili.

Questa è la strategia. E finora sembra aver pagato. Anche se in termini di consensi le regionali in Abruzzo non sono andate come sperava. Pensava di sfiorare il 40% e invece si è fermato al 28%, un risultato comunque alto, ma lontano dal suo sogno di andare “da solo”. Ma queste, oggi, sono riflessioni rimandate. Oggi si pensa all’attacco a Virginia Raffaele per una presunta “invocazione a Satana” e alla festa di San Valentino. Viva l’Italia in recessione. Recessione non solo economica, ma soprattutto umana e culturale.

 

Ti potrebbe interessare anche: Le priorità di Salvini: attacco a Virginia Raffaele per “invocazione” a Satana a Sanremo