sanità

Sanità? Manca una giusta informazione sulle innovazioni tecnologiche

La comunicazione è la parte fondamentale del rapporto tra istituzioni e cittadini.
Per quanto riguarda l’ambito sanitario in particolare, l’informazione a livello informatico scarseggia, con la conseguente sfiducia della comunità che non conosce quanto innovativa sia diventata la ricerca medica e quali grandi vantaggi può offrire.
Non esiste infatti un’innovazione altrettanto soddisfacente in nuovi strumenti a livello digitale che possa facilitare la comunicazione di dati. Questo succede in tutta Italia, ma sembra che la regione Lombardia stia intraprendendo un nuovo percorso, volto alla realizzazione di una comunicazione mirata di strutture più attrezzate ed efficienti.

Leggi anche: Sanità e innovazione: un settore con opportunità di crescita

sanità

Manca la giusta informazione

Un esempio reale è rappresentato dall’introduzione del fascicolo sanitario elettronico, strumento all’avanguardia di cui però non si è creata un’adeguata campagna informativa.
E per questo “deve essere fatto un grande lavoro di comunicazione“. E’ quanto ha sottolineato Franca Braga, responsabile del dipartimento Salute e Alimentazione di Altroconsumo. Ha ammesso difficoltà sulla diffusione e l’utilizzo del fascicolo elettronico, dichiarando che i problemi relativi: “possono essere riassunti tutti in una mancanza di informazione: non si conoscono le cose e quindi non si sa trovare la soluzione”.
Il commento di Braga è stato fatto nell’ambito delle iniziative di Altroconsumo/Diritti in salute durante il Festival Futuro in svolgimento a Milano. Riguardo all’innovazione in sanità, oltre a Braga, è intervenuto anche Giulio Gallera, assessore al Welfare della Regione Lombardia. Entrambi hanno sottolineato il bisogno di informazione richiesto dai cittadini, e di quanto non sia non soddisfatto oggi.  Stando ai dati di Altroconsumo, i cittadini lamentano una percezione concreta  e tangibile di quello che può essere il reale e semplice vantaggio del fascicolo elettronico. Perché?

Leggi anche: Tecnologie sanitarie: sono 18 quelle che detteranno il futuro del settore

sanità

Altroconsumo dalla parte del cittadino

Proprio a causa di un problema di informazione. Anche perché, ammette Braga in nome dell’associazione, “facilitare davvero la vita del cittadino e delle persone significa fare dell’innovazione insieme e quindi un’innovazione che viene capita”.
Come fare quindi affinché questo problema venga risolto?
Per diffondere al meglio l’efficienza di strumenti in ambito sanitario occorre una comunicazione mirata, che al momento non esiste. Bisogna invece rendersi conto che informare adeguatamente aiuta sia il cittadino, sia l’istituzione sanitaria. “Altroconsumo continuerà a fare un’opera di informazione e di ascolto, raccogliendo i casi e le problematiche” dei cittadini alle prese con le innovazioni tecnologiche in ambito sanitario”, ha concluso Braga.

Fonte: adnkronos

CONDIVIDI