Interni

Sara Cunial denuncia Roberto Fico: “Ciò che sta avvenendo è gravissimo”

Il caso Sara Cunial ancora non si sgonfia. La deputata del Gruppo Misto è nota da tempo per le sue posizioni contrarie al vaccino. Anche per questo è stata espulsa dal M5S con il quale era stata eletta in Parlamento. Nonostante anche altri parlamentari siano su posizioni no green pass e no vax, la Cunial è l’unica ad essersi sempre rifiutata di esibire il certificato verde all’ingresso di Montecitorio, rimanendo spesso fuori dal palazzo. Anche nella vicenda dell’elezione del presidente della Repubblica lei decide di comportarsi allo stesso modo. Ma la sua esclusione persino dal seggio allestito all’esterno di Montecitorio per permettere anche ai grandi elettori positivi di votare, scatena la polemica. E lei denuncia il presidente della Camera Roberto Fico.

Sara Cunial

Sara Cunial lo aveva promesso in diretta televisiva, durante la maratonamentana su La7, che avrebbe fatto ricorso alle vie legali per far valere il suo diritto di parlamentare di votare per il presidente della Repubblica. Era lunedì 24 gennaio, primo giorno di votazioni per il Quirinale. Alla deputata no vax, infatti, non solo è stato impedito di entrare a Montecitorio perché priva di green pass. Ma non le è stato concesso nemmeno di votare al seggio allestito nel parcheggio di via dell’Umiltà per i grandi elettori positivi al Covid o in quarantena.

“Ciò che sta avvenendo è gravissimo. – afferma oggi in una nota Sara Cunial – In questi giorni, si sta impedendo a un parlamentare democraticamente eletto dal popolo italiano, di esprimere legittimamente il proprio mandato e di adempiere al proprio incarico, anzi al suo più alto incarico in relazione all’elezione del Presidente della Repubblica. Per questo, tramite l’avvocato Edoardo Polacco, ho sporto denuncia, contro il presidente Fico e contro ignoti”.

ROBERTO FICO, PRESIDENTE DELLA CAMERA DEI DEPUTATI

Insomma, Sara Cunial passa dalle parole ai fatti avviando un’azione legale contro il presidente della Camera in quota M5S, Roberto Fico. Insieme alla terza carica dello Stato, anche altre persone sono state fatte oggetto di denuncia. Anche se la parlamentare non specifica nei confronti di chi abbia agito legalmente.

Potrebbe interessarti anche: Cunial vince il ricorso: alla Camera senza green pass

Torna su