Interni

Sardine, al via la fase 3: tutto pronto per il primo congresso nazionale

Una nuova fase per la vita delle Sardine, che si preparano a una due giorni di discussioni per pianificare le iniziative future. A dare l’annuncio non sono stati direttamente i fondatori bolognesi del movimento ma una delle referenti di Torino, Francesca Valentina Penotti, che ha parlato del primo congresso nazionale da quando è nata l’associazione 6.000 Sardine. Le date ufficiali saranno rese note entro il 26 gennaio e decise dal direttivo nazionale.

“A livello regionale siamo un po’ divisi, nel senso che ogni regione pensa giustamente un po’ per sé. In Piemonte avremo una sorta di congresso-riunione il 25 gennaio – ha spiegato la Penotti ai microfoni di Agorà, su Rai 3 – Importante il week end fra il 18 ed il 19 gennaio a Bologna”. Sull’idea di un meeting a livello nazionale “posso dirvi che entro il 26 gennaio uscirà una data, una data che cadrà però dopo il 26 gennaio. Sarà probabilmente una ‘due giorni’ in cui ci terrà un congresso nazionale di noi rappresentanti delle Sardine”. 

La data del 26 gennaio sarà dunque di fondamentale importanza per un movimento che si prepara a entrare nella sua Fase 3: da Bologna fanno sapere che anche in caso di risultati negativi alle prossime Regionali, non ci saranno comunque retromarce. “Molte sardine risultano determinate a tenere vivo il movimento, comunque andranno le elezioni – dicono i quattro di Bologna – di quello che succederà nella fase 3 e della direzione che prenderà il movimento se ne parlerà al congresso”.L’ultimo invito ufficiale lanciato da Mattia Santori, Roberto Morotti, Giulia Trappoloni e Andrea Garreffa riguarda l’evento del 19 gennaio a Bologna. Sardina ospita Sardina è il nome scelto per un programma di ospitalità destinato a tutte le sardine italiane che, quel giorno, vorranno ritrovarsi nel capoluogo dell’Emilia-Romagna: “Tantissime sardine emiliane-romagnole hanno già messo a disposizione le loro case per tutti coloro che vorranno arrivare già dal sabato per vivere un weekend all’insegna della condivisione e dell’ospitalità”.

Rula Jebreal esclusa da Sanremo? Retromarcia della Rai: ma solo a una condizione