Mass Media

Cartabianca, Scanzi e Bassetti divisi dal green pass

Negli ultimi giorni si discute molto sul futuro del green pass. C’è chi vorrebbe abolirlo il prima possibile, come Andrea Crisanti e Matteo Bassetti. E chi, al contrario, spera che questa misura restrittiva venga mantenuta anche dopo l’estate, come nel caso di Franco Locatelli e Walter Ricciardi. Il dibattito sull’argomento si accende anche durante l’ultima puntata di Cartabianca, il talk show di Rai 3 condotto da Bianca Berlinguer. Ed è proprio Bassetti a ribadire le sue tesi aperturiste sul certificato verde. Opinione contrastata dal giornalista Andrea Scanzi.

Andrea Scanzi e Matteo Bassetti

Sono giorni ormai che l’infettivologo dell’ospedale San Martino di Genova va ripetendo su tutti i media che ormai, secondo lui, il green pass ha esaurito il suo compito. Di fronte a più del 90% della popolazione italiana vaccinata e con una diffusione così capillare della variante Omicron, sostiene il medico, ormai le misure restrittive hanno poco significato, compreso il certificato verde. “Chi ha seguito le raccomandazioni della scienza oggi è giusto che abbia un certo grado di libertà. Con lo scontro tra pro vax e no vax non si va lontano. È tempo di una riconciliazione”, dichiara Bassetti dalla Berlinguer.

Stavolta Matteo Bassetti non fornisce date precise, ma nei giorni scorsi aveva persino minacciato la discesa in piazza di tutti gli italiani se il green pass non fosse stato tolto entro il 31 marzo. Tesi che, come accennato, non trova sponda in Andrea Scanzi. “Bisogna dire agli italiani cosa succede d’ora in poi. – sostiene il giornalista del Fatto – Se il 31 marzo finisce il green pass, temo che si cada nello stesso errore in cui siamo caduti in passato. Bisogna far capire che la pandemia c’è ancora e dire quanto durano i vaccini”.

Insomma, secondo Scanzi, eliminare il green pass il 31 marzo non è una buona idea. “In molti no vax avverto un talebanismo e integralismo pericoloso che tracima nella violenza, anche masochista. Tre giorni fa è molto un biologo come il dottor Trinca, che andava in tv a dire che i vaccini non servono. Ed è morto di Covid”, conclude il giornalista.

Potrebbe interessarti anche: Bassetti: “Se green pass resta oltre il 31 marzo, tutti in piazza”

Torna su