People

Scanzi a Giorgia Meloni: “Hai la faccia come il…”. Il botta e risposta sul Recovery Fund

L’accordo storico sul Recovery Fund ha diviso e continua a dividere l’opinione pubblica, in Italia e non solo. Se c’è chi ha esultato per la grande vittoria (il premier Conte e l’intero governo), dall’altra parte c’è chi l’ha attaccato in toto (la Lega e Salvini, più Paragone e altri antieuropeisti). In mezzo, però, c’è anche chi ha voluto vedere il bicchiere mezzo pieno, o mezzo vuoto. E questa è la posizione di Giorgia Meloni. La leader di Fratelli d’Italia, infatti, a discussione ancora in corso a Bruxelles aveva mostrato apertura nei confronti del premier per sostenere tesi vantaggiose per l’Italia. Ad accordo concluso, però, non se l’è sentita di esultare. Si è comunque complimentata con Giuseppe Conte per il risultato raggiunto al vertice europeo e per aver combattuto strenuamente i paesi frugali. Ma poi ha sottolineato le sue perplessità. E per questo si è beccata diverse critiche, tra cui quelle di Andrea Scanzi.

Secondo la Meloni i soldi stanziati dall’Ue (circa 209 miliardi) non sono esenti da rischi enormi per il Paese. La Meloni li ha sintetizzati con un post su Twitter: “Abbiamo tifato Italia in ogni momento. Con la coscienza a posto, a negoziato concluso, voglio dire che Conte è uscito in piedi, ma poteva e doveva andare meglio. Risorse Recovery Fund arriveranno nel 2021 e ‘super freno’ rischia di essere commissariamento”. Un pensiero in linea con la sua politica, quello espresso della leader di FdI, ma su cui Andrea Scanzi ha avuto qualcosa da ridire.

La firma del Fatto Quotidiano, ha replicato, sempre via social, con una sferzata a Giorgia Meloni. Commentando il suo tweet ha scritto: “‘Poteva e doveva andare meglio’. La faccia come il bolsonaro, proprio. Davvero senza pudore questa opposizione. Che vergogna”. Ma ce n’è anche per Matteo Salvini al quale Scanzi dedica un: “L’ha presa bene Por’omo, ormai fa davvero tenerezza”.

Sempre riguardo Salvini, Scanzi qualche giorno fa ha pubblicato un video in cui si vede il leader della Lega fuggire dallo studio di “In Onda” quando Luca Telese gli annuncia che in collegamento c’è il giornalista del Fatto che vorrebbe fargli una domanda. Ma purtroppo Salvini se ne era già andato…

 

Ti potrebbe interessare anche: I nazionalisti olandesi amici di Salvini: “Gli italiani evadono le tasse, non vanno aiutati”