Interni

Scriveva “Ammazzate ‘sti gay”. Si dimette il vicepresidente del consiglio comunale a Vercelli

Una storia che aveva scatenato una vera e propria bufera mediatica e che alla fine si è risolta nel più prevedibile dei modi, con le dimissioni dalla carica di vicepresidente del consiglio comunale di Vercelli di Giuseppe Cannata, eletto nelle liste di Fratelli d’Italia e iscritto anche all’Ordine dei medici. L’uomo aveva fatto infuriare gli utenti e i colleghi del mondo della politica con delle frasi choc.

Nei giorni scorsi, infatti, un post pubblicato dallo stesso Cannata aveva fatto il giro della rete nel giro di poche ore, suscitando sdegno e condanna unanime. Nel messaggio si leggeva infatti, senza troppi giri di parole, “Ammazzateli tutti ‘ste lesbiche, gay e pedofili”.
La notizia delle dimissioni è arrivata alla vigilia di una seduta dell’assemblea municipale in cui tutte le opposizioni chiedevano anche che il sindaco revocasse le deleghe a Emanuele Pozzolo, l’assessore sempre di FdI che si era reso protagonista a sua volta di una gaffe su Facebook definendo “parassita” un invalido. 
Intanto, Arcigay Raimbow Vercelli Valsesia – che aveva chiesto l’espulsione dall’Ordine dei medici di Cannata – ha annunciato in concomitanza con la seduta una manifestazione dal titolo Ammazzateci tutti convocata davanti al Palazzo Municipale.

Anche Grillo alza bandiera bianca: la Tav, alla fine, si farà