Interni

Sea Watch, l’avvocato di Carola annuncia: “Quereliamo Salvini”

Matteo Salvini querelato per diffamazione. Ad annunciarlo è stato l’avvocato di Carola Rackete, Alessandro Gamberini. Il legale ha dato il via a un acceso botta e risposta con il vicepremier, che ha deciso di rispondere a suo modo affidandosi ai social: “Infrange le leggi e attacca navi italiane, e poi mi querela. Non mi fanno paura i mafiosi, figurarsi una ricca e viziata comunista tedesca! Bacioni”.

“Come Sea Watch noi abbiamo già preparato la querela nei confronti del ministro Salvini. Non è facile raccogliere tutti gli insulti che Salvini ha fatto in queste settimane e anche le forme di istigazioni a delinquere nei confronti di Carola, cosa che è ancora più grave se fatta da un ministro dell’Interno”. Aveva spiegato Alessandro Gamberini, difensore di Carola Rackete, intervenuto ai microfoni della trasmissione “L’Italia s’è desta” su Radio Cusano Campus, emittente dell’università Niccolò Cusano.
“Nel circuito di questi leoni da tastiera abituati all’insulto, è lui che muove le acque dell’odio. Una querela per diffamazione è il modo per dare un segnale. Quando le persone vengono toccate nel portafoglio capiscono che non possono insultare gratuitamente – aggiungeva – Abbiamo vinto una battaglia ma non la guerra, il procedimento contro Carola continua”.“Espulsione? Difficile per i cittadini comunitari. Lasciamo perdere la propaganda truculenta che la qualifica come delinquente, quella che è abituato a fare il ministro dell’interno in maniera invereconda e irresponsabile, il giudice ha detto che non c’è nulla, che quella condotta è stata nell’ambito di una risposta ad una situazione drammatica che c’era a bordo. Trattare come nemico principale una barca che ha salvato 50 naufraghi che si avvicina alle nostre coste è davvero ridicolo”.

Mediterranea, Malta “salva” Salvini: a La Valletta i 54 migranti