Interni

Secondo Libero “il Sud è infetto”: l’ennesimo titolo choc (e falso) di Feltri

Ancora una volta una prima pagina di Libero finisce per infiammare i social, scatenati contro l’ultima trovata di un giornale non nuovo alle provocazioni per far parlare di sé, consapevole delle reazioni scatenate. Stavolta, alla solita difesa della gestione dell’epidemia in Lombardia, che va avanti ormai da settimane, si è aggiunta infatti un’altra perla: “Altro che Lombardia, il Sud è infettato” si legge così a grandi caratteri.

Nell’occhiello ecco poi che il concetto viene sviluppato con una nota quasi di compiacimento: “Il Covid dilaga nel Mezzogiorno”. E ancora, dando un’occhiata anche al sommario: “Sono bastati pochi contagi per mandare la sanità da Roma in giù in tilt”. Parole che non corrispondo alla realtà, calcolatrice alla mano. E che ancora una volta hanno attirato soprattutto contro il direttore Feltri la rabbia degli utenti.
Guardando i dati delle ultime 24 ore, infatti, ecco emergere che la Lombardia, da sola, contava 1140 su 5724 casi di nuovi contagi (circa il del 20% di quelli registrati in tutta Italia). Il Sud “infetto” di Feltri, invece, viveva una situazione ben diversa: sommando quelli di Abruzzo (94), Molise (28), Puglia (184), Campania (664), Basilicata (42), Calabria (68) e Sicilia (285), il totale di nuovi casi registrato ieri è stato di 1365 (225 in più della sola Lombardia).Vero che i contagi stanno aumentando soprattutto in Campania, ma questo non vuol dire che “il Sud è infetto”. Ancora una volta, insomma, pur di lanciarsi in un titolo a effetto la verità è passata in secondo piano. A quanto pare, però, per Libero si tratta di un dettaglio di poco conto.

Fusaro: “Mascherina come camicia nera”. Ed è ‘rissa’ in diretta col viceministro Sileri