preservativi a domicilio

SexAPPeal. L’app per i preservativi a domicilio

1.2 K

Diciamo la verità, era solo questione di tempo. Qualcuno, prima o poi, ci avrebbe pensato a portare i preservativi a domicilio. Ed ecco, infatti, SexAPPeal, la app che permette di ordinare tramite smartphone i profilattici e farseli consegnare a casa. Proprio come la pizza, il cibo cinese, i vestiti, i medicinali, i fiori. A conferma che i servizi di delivery sono una nuova frontiera del business, ma anche una delle nostri abitudini di consumo di cui non possiamo più fare a meno. Anche quando si parla di prodotti intimi, da usare sotto le lenzuola.

Preservativi a domicilio. La sperimentazione a Pavia

Preservativi a domicilioLa formula che consente la consegna dei preservativi a domicilio è del tutto identica a quella delle altre mille app per la consegna a domicilio di prodotti e servizi. Si parte da una app per smartphone, con cui si può fare l’ordine. Il sito promette preservativi a domicilio ma anche altri prodotti come love toys, lubrificanti e simili, con un’attenzione particolare alla qualità dei prodotti. Si tratta, in realtà, di prodotti da banco, normalmente reperibili in farmacia. L’ordine si può fare in forma anonima, garantendosi così la massima discrezione come clienti. L’anonimato è garantito anche al momento della consegna. Sul pacchettino che viene recapitato a casa, infatti, non ci sono indicazioni sulla natura del contenuto. Il pagamento avviene online, attraverso le consuete piattaforme. Il sex store assicura di non applicare spese di spedizione. La consegna, su tutto il territorio di Pavia, è garantita entro 20 minuti, dalle 14 alle 24, tutti i giorni dell’anno. Il sito è raggiungibile anche attraverso chat e telefono e si avvale di una squadra di fattorini per le consegne a domicilio. La rapidità di consegna è, senza dubbio, il punto su cui maggiormente punta l’app. Anche per questo, lo slogan scelto per la promozione è ‘SexAPPeal Store: your condom right Nox, right Here’.

Un mercato in espansione

Al momento il servizio è disponibile a Pavia, scelta per la presenza di 20 mila studenti universitari, la maggior parte dei quali fuori sede, ritenuti pertanto un target più appetibile per un servizio di preservativi a domicilio: la vita del fuori sede garantisce spazi e tempi di maggiore libertà sessuale e, pertanto, più in linea con le proposte di SexAPPeal. Studenti a parte, la stima è di 50 mila persone sessualmente attive a Pavia, che assicurano anche 40 consegne a sera, secondo quanto dichiarato dagli inventori della app. L’obiettivo della società, ovviamente, è di allargare in mercato, puntando sempre su città universitarie. Il prossimo target potrebbe perciò essere Torino.

Non solo preservativi a domicilio

Il fondatore di SexAPPeal è uno studente di medicina e, anche per questo, la app, insieme allo shop online, propone pillole di educazione sessuale, informazioni su malattie sessualmente trasmissibili, contraccezione, igiene.

CONDIVIDI