Mass Media

Sgarbi infuriato con la Morani a L’aria che tira: “Vacci tu dallo psicologo”

Tutti contro tutti durante l’ultima puntata de L’aria che tira, che si conferma terreno di scontro senza esclusione di colpi tra i suoi ospiti. Protagonisti dell’ennesimo battibecco sono, oltre alla conduttrice Myrta Merlino, il parlamentare Vittorio Sgarbi, la collega deputata del Pd Alessia Morani e Alessandro Cecchi Paone. Sgarbi ad un certo punto non regge più alle provocazioni e sbotta.

Vittorio Sgarbi

La conduttrice presenta alcuni dei suoi ospiti. Il ristoratore, tra i leader del movimento Io Apro, Umberto Carriera. E il parlamentare Vittorio Sgarbi, appena diventato leader, in collaborazione con Carriera, del simbolo del movimento Io Apro al Rinascimento. “Che c’entri tu con Io Apro? Ti sei messo pure tu a fare il ristoratore?”, domanda allora la Merlino al critico d’arte. “Io apro le teste, apro i cinema, apro le palestre, apro i ristoranti, apro i teatri. Quello che è stato sempre aperto in Spagna che conosce bene Cecchi Paone. – replica secco Sgarbi – Le chiusure sono state malefiche. Ho sostenuto Carriera, sono andato a cercarlo ed ho trovato in lui energia e vitalità”.

“Nulla contro i vaccini, nulla contro le cure. Ma tutto contro uno Stato oppressivo che vuole il coprifuoco a Valdobbiadene, a Fossombrone, a Savigliano, dove non c’è mai nessuno alle 10 di sera”, attacca ancora Sgarbi ricordando quanto accaduto durante la pandemia. “Vittorio ma è roba vecchia. È tutto aperto. Abbiamo aperto grazie a green pass, governo e vaccino”, lo critica allora Cecchi Paone, spalleggiato dalla Merlino che aggiunge: “Adesso con questo meraviglioso vaccino che ci ha liberato, facciamo tutti quello che ci pare”.

“Anche Mazzini era vecchio. Anche Croce era vecchio. Voglio aprire le menti, non devo aprire un ristorante. – ribatte Vittorio Sgarbi con il solito piglio – Le menti che hanno accettato le misure del governo erano menti chiuse. Hanno accettato che si impedisse di camminare da soli in montagna senza mascherina. È una follia che ha preso le menti”. Ma il suo sfogo provoca la reazione di Alessia Morani. “Oggi abbiamo appena approvato il bonus psicologo”, commenta sarcastica la deputata Dem. “Per Sgarbi?”, ironizza la Merlino. “Credo che ne abbia più bisogno la Morani, perché io ho un pensiero, lei non ce l’ha. Il suo non lo conosciamo. Ha il pensiero del suo partito. Vada lei dalla psicologo”, la gela però Sgarbi.

Potrebbe interessarti anche: Super green pass alla Camera, Sgarbi infuriato: “Leggi fasciste”

Torna su