Interni

Sondaggi: agli italiani piacciono le Sardine, mentre Salvini inizia a perdere colpi

Ci sono le Sardine, che pur non essendo legate a un partito politico continuano a ricevere consensi e a piacere soprattutto tra i giovani, che si identificano in quel movimento di piazza. E c’è una Lega che, a sorpresa, continua a scendere nei sondaggi. In maniera un po’ inaspettata, considerando che delle difficoltà del governo giallorosso si dava per scontato avrebbe beneficiato Salvini. Costretto, invece, a fare i conti con quella Giorgia Meloni che continua a rosicchiargli punto su punto.

Stando all’ultimo sondaggio di Demos & PI illustrato su Repubblica da Ilvo Diamanti, il Carroccio è infatti sotto il 30% mentre le Sardine registrano un boom. Il Partito Democratico è al 18,7% e il Movimento 5 Stelle al 18,1%, Fratelli d’Italia vola ormai all’11,3% mentre Forza Italia è al 6,5% e Italia Viva al 3,5%, molto lontana dal 10% messo come obiettivo da Matteo Renzi qualche tempo fa.
Particolare la graduatoria sulla fiducia nei singoli. Salvini lì gongola, saldo al secondo posto tra i più amati dopo il solo Giuseppe Conte, ancora al vertice. Con la Meloni che però, anche in questa diversa classifica, continua la sua personalissima scalata. Sempre più elettori iniziano infatti a manifestare apprezzamento per la leader di Fratelli d’Italia. Una tendenza che contribuisce a spostare il centro-destra più a destra, sulla scia di Salvini. Zingaretti invece si ferma al 35% dei consensi personali.La rilevazione di Diamanti sonda anche il consenso in crescita delle Sardine: il 4% della popolazione  afferma di aver partecipato alle manifestazioni delle Sardine. Una componente che sale fra i più giovani (fino a 24 anni) e raddoppia fra i giovani-adulti (fino a 34). Un quarto della popolazione intervistata sostiene che, se le Sardine “scendessero in campo”, prenderebbero in seria considerazione la possibilità di votare per loro. Finora soltanto un’ipotesi, ma più che significativa.

La verità sull’attacco social di Salvini alla Nutella: cosa c’è dietro