People

Studentessa muore a 15 anni: compagni imprimono le sue parole sul muro della scuola

Aveva solo 15 anni quando Nicole Brambilla è andata via in un incidente stradale a Fidenza, in cui ha perso la vita insieme al nonno Massimo mentre tornava a casa da scuola. La tragedia è avvenuta ormai 6 mesi fa, lasciando increduli soprattutto i suoi compagni di scuola. Quando si è giovani si pensa di avere tutta la vita davanti, ma poi quando arrivano disgrazie come quella accaduta a Nicole ci si rende conto che la vita non va proprio come si pensava. Nicole era una studentessa del liceo Paciolo-D’Annunzio di Fidenza. I suoi compagni di scuola hanno deciso di reagire alla tragedia con la forza delle parole. Sono stati loro infatti ad aver recuperato e a riscrivere sulla parete della biblioteca della scuola, parte del testo preparato da Nicole durante il lockdown come tema assegnato dalla docente alla classe. “Così Nicole vivrà per sempre nei nostri cuori”, hanno detto i ragazzi dopo aver compiuto il generoso gesto.

“Tutto è nato dalla volontà di fare qualcosa per commemorare Nicole, a sei mesi dalla sua scomparsa, ricordandoci che lei non è solo un frammento passato della nostra vita ma un’essenza che vive e vivrà per sempre nei nostri cuori”, hanno spiegato i compagni di scuola. “Abbiamo voluto che fosse proprio lei a lasciare una parte di sé raccontando chi era, a noi che eravamo i suoi amici ma anche a chi non la conosceva. Il testo che abbiamo riscritto non è importante solo perché era di Nicole, ma per il fatto che è rivelatore di un enorme significato, che pensiamo sia un inno all’amore per se stessi”.

Per l’ultimo saluto alla studentessa di 15 anni che ha perso la vita insieme al nonno Massimo Catellani, il parco della chiesa era gremito di amici, conoscenti e compagni di scuola uniti nel dolore per la tragica scomparsa. “Resterai per sempre nei nostri cuori. Proteggici dall’alto, ci mancherai. Grazie per i sorrisi e la gioia che ci hai dedicato”: le parole degli amici per ricordare Nicole durante le esequie. La messa è stata celebrata da don Oreste Ilari e don Francesco Riccardi. Le amiche hanno liberato al cielo palloncini bianchi e rossi a forma di cuore.

Ti potrebbe interessare anche: Eitan, respinto il ricorso del nonno: ora il bambino può tornare in Italia