Interni

Silvio e Matteo di nuovo insieme: Tajani anticipa il ritorno del centrodestra unito, giorni contati per i Cinque Stelle

Un’alleanza a tempo determinato, quella tra i gialli e i verdi che hanno dato vita al governo Conte. E che non potrà durare oltre la sua naturale scadenza, sempre più vicina. A sostenerlo è il presidente del Parlamento Europeo, nonché vice presidente di Forza Italia, Antonio Tajani, che sulle sorti dell’esecutivo ha profetizzato: “Salvini non può restare a lungo al governo con Di Maio. Se arrivano alle elezioni europee insieme è già un miracolo”. Parole pronunciate nel corso di un’intervista rilasciata a Il Messaggero.

“I nostri elettori, in tutte le ultime tornate di voto amministrativo, ci hanno detto di volere un centrodestra di governo e non il Salvimaio”. Una nuova alleanza che secondo Tajani guiderà in futuro il nostro Paese: “Se cade il governo, si può tornare a una maggioranza di centrodestra. Sostenuta da volenterosi e da responsabili che si trovano in Parlamento e ben vista dai cittadini. Sia al nord sia al sud il malcontento è generale”.
Su quali basi potrà avvenire il riavvicinamento con il partito di Salvini? “La Lega deve battere un colpo e fare qualcosa di centrodestra. Per il Nord come per il Sud. Dove non servono solo gli inceneritori ma anche l’alta velocità che non può fermarsi a Salerno. E penso ai giovani: quelli meridionali, per esempio, hanno soltanto il 2G, mentre i loro coetanei del Nord hanno il 5G. Nella manovra, per il Mezzogiorno non c’è niente. E per il Settentrione ci sono ricette sbagliate”.La Lega, al momento, ha preso le distanze: “In questo momento c’è un governo Lega-M5S, se Tajani vuole entrare in maggioranza basta fare la richiesta e vediamo cosa gli risponderemo”.