Cultura

Teo Teocoli: “Quando Berlusconi mi cacciò da Mediaset”

Come un grande amore, anche il rapporto tra l’imprenditore di Mediaset, Silvio Berlusconi, e l’attore, ballerino e comico Teo Teocoli ha avuto alti e bassi. “In attesa della stagione 1991 fui cacciato da Arcore e non lavorai a Mediaset per diversi anni”.

Teo Teocoli

Ma che cosa è accaduto in quell’estate molto particolare? L’attore Teo Teocoli, oggi 76enne, racconta a Fanpage: “Era la stagione del programma ‘Emilio’ e io, Massimo Boldi, Gaspare e Zuzzurro, che partecipavamo al programma, andammo da Berlusconi a presentare alcune proposte. Lui fece delle critiche e io fui contrariato. Gli dissi di pensare a costruire Milano 2 che io avrei pensato al mio mestiere, perché lo conoscevo benissimo”.

Finì che Teocoli fu accompagnato alla porta, attese un’ora e mezzo il ritorno dei colleghi e per diversi anni non lavorò più nelle reti di Berlusconi. Il riscatto nel 1994-1995, quando fu mandato a chiamare: “Finalmente Silvio riconobbe il mio talento e cominciai a lavorare per diversi format, soprattutto con Mai dire gol della Gialappa’s Band, ed ebbi un successo commerciale senza precedenti, ottenendo il mio riscatto”.

Torna su