Interni

Terremoto Cinque Stelle, Di Maio pronto a lasciare la leadership del Movimento

Un leader in crisi, contestato ferocemente dalla base da mesi. E pronto, questa la novità, al clamoroso passo indietro. Luigi Di Maio starebbe infatti pensando seriamente di dire addio al ruolo di leader politico del Movimento Cinque Stelle, incaricato ricoperto fin dalla nascita del primo governo gialloverde, per lasciare il posto a una guida collegiale con gli altri big pentastellati, per aprire così una nuova fase e cercare di lasciare alle spalle la recente crisi di consensi.

rivelare la possibile alternanza al vertice è Il Fatto Quotidiano, che parla della possibilità sempre più concreta dell’addio alla guida del M5S per l’ ministro degli Esteri. Un cambio che potrebbe addirittura arrivare prima delle elezioni regionali in Emilia-Romagna e Calabria, dove i grillini rischiano un altro flop clamoroso che finirebbe per mettere in discussione la sopravvivenza stessa del Movimento. Meglio, dunque, muoversi in anticipo per dare un segnale forte ai militanti delusi che iniziano a manifestare sui social tutto il loro sconforto.

La data scelta per il possibile annuncio ufficiale, con il passo indietro di Di Maio, è quella tra il 20 e il 21 gennaio, ovvero non appena saranno eletti i famosi facilitatori regionali. L’addio a pochi giorni dal voto consentirebbe al capo politico di non doversi assumere la responsabilità di un’altra sconfitta e di non essere ritenuto responsabile del confronto tra i voti presi quasi due anni fa alle elezioni politiche e quelli presi oggi.Nei giorni scorsi anche Il Foglio aveva parlato della possibilità che Di Maio lasciasse l’incarico a breve, ipotesi che lo staff del ministro aveva però subito smentito. La strada del titolare degli Esteri sembra però ormai arrivata al capolinea, la fine di un’epoca iniziata nel dicembre 2017 con la benedizione di Davide Casaleggio e il sì di Beppe Grillo, con successiva ratifica degli iscritti sul web.

Sindrome da bornout: cos’è la malattia che colpisce medici e infermieri