Interni

“Qua finiamo sui giornali”. La gaffe di Toninelli sull’ambiente, agghiacciante

Una figura, quella di Danilo Toninelli, più e più volte finita al centro delle polemiche da quando è iniziata l’avventura del governo gialloverde. Una serie di gaffe, uscite a vuoto e proposte infelici che hanno reso il ministro uno dei più popolari, suo malgrado, dell’intero esecutivo. Una tendenza confermata anche in un’occasione particolare, un’intervista concessa a Tg2 Motori e apparentemente innocua. E invece anche stavolta il titolare dei Trasporti è finito nel mirino degli utenti.

Intervistato da Maria Leitner per la rubrica Tg2 Motori, Toninelli ha ribadito l’importanza dell’auto elettrica e promesso: “Quando me ne andrò dal ministero, voglio che l’Italia sia invasa di colonnine per la ricarica delle vetture elettriche”. A quel punto, però, ecco arrivare la fatidica domanda: “Ma lei che auto ha?”. Un quesito anche piuttosto prevedibile, considerando il tipo di trasmissione. A quel punto il ministro ha iniziato a raccontare gli ultimi investimenti della sua famiglia in tema di quattro ruote.
Specificando di aver acquistato di recente un nuovo impianto Gpl per la sua vecchia Golf del 2007 (spesa non indifferente già questa, fa notare Il Giornale) e una seconda vettura. Un Suv: “Abbiamo appena comprato una Jeep Compass, che è bellissima”. “Ma…ehm…motorizzazione?” chiede la giornalista dopo una breve incertezza, forse presagendo già quello che sarebbe accaduto di lì a poco. “Diesel” la pronta risposta di Toninelli. “Ihhh, ministro! Qui finiamo su tutti i giornali” ha ironizzato, ma non troppo, l’intervistatrice. Molti utenti hanno fatto subito notare come il Suv diesel di Toninelli potrebbe addirittura rientrare nell’elenco delle auto che pagano l’ecotassa (dipende dall’allestimento, non specificato dal ministro) introdotta proprio dal governo di cui il ministro è parte per penalizzare chi sceglie auto meno ecologiche nei consumi. “So che non rimedierò più a questo errore,però… ha emissioni non così impattanti…” ha provato a chiarire il povero Danilo. La frittata, però, era ancora una volta fatta.

Tav, Toninelli ha dato le dimissioni, ma Conte (ahinoi) le ha respinte: governo nel caos