Esteri

“Sei un topo contagioso”: la scritta shock sull’auto della dottoressa che lavora in ospedale covid

“Topo contagioso”. E’ questa la scritta che Silvana Bonino, ginecologa spagnola che lavora all’ospedale di Barcellona, ha trovato sulla carrozzeria della sua auto parcheggiata nel garage. Il riferimento è al fatto che la dottoressa è esposta al contagio lavorando in un ospedale e per questo considerata pericolosa. Il gesto è stato subito condannato e ha suscitato un’ondata di indignazione sui social, che tacciano il vandalo autore della scritta come “ignorante”. Purtroppo non è il primo episodio del genere verso il personale sanitario in Spagna,, che sta facendo registrare il più alto numero di contagi in Europa e il secondo più alto numero di morti. Ad Alcázar de San Juan, a Ciudad Real, un altro dottore nei giorni scorsi aveva trovato un biglietto sul portone della sua abitazione che lo invitava a trasferirsi altrove durante l’emergenza. “Sappiamo che lavoro fai e lo apprezziamo, ma dovresti anche pensare ai tuoi vicini. Qui ci sono bambini e anziani”. Un messaggio molto simile è stato recapitato anche a un dipendente di un supermercato, quotidianamente esposto a rischi.
Ma non solo i medici son vittime di atti vandalici come questi: sempre in Spagna, un’altra cassiera in Spagna ha trovato davanti alla porta di casa un messaggio anonimo, letto anche dal figlio di dieci anni della donna, in cui le si intimava di andarsene per il bene del vicinato. A Tolosa, una giovane operatrice socio-sanitaria, Sophie Rainoldi, rientrando nella sua abitazione dopo una giornata di lavoro si è trovata di fronte ad una spiacevole sorpresa: sulla porta di casa c’era un messaggio da parte dei vicini che le chiedevano di lasciare il suo alloggio per la loro “sicurezza”.Purtroppo la situazione non è migliore nemmeno in Italia, dove qualche giorno fa una dottoressa ha ricevuto un messaggio dai suoi condomini che la invitavano a fare attenzione perché la sua presenza avrebbe potuto mettere a rischio la loro salute.Ti potrebbe interessare anche: Infermiera di 21 anni fa testamento: “Se dovessi morire di coronavirus, il mio fidanzato sa dove trovarlo”