Interni

Toti, tweet choc: “I morti di Covid? Soprattutto anziani, non indispensabili”

Un messaggio a dir poco infelice, quello del presidente della Liguria Giovanni Toti, che nel commentare l’emergenza sanitaria si è lanciato in un tweet che ha scatenato la rabbia di tanti utenti: “Per quanto ci addolori ogni singola vittima del Covid-19, dobbiamo tenere conto che dei 25 decessi di ieri in Liguria, 22 erano molto anziani. Persone per lo più in pensione, non indispensabili allo sforzo produttivo del Paese, che vanno però tutelate”.

Frasi che arrivano in un momento molto concitato per il Paese, con il governo che, di pari passo con le considerazioni del Comitato tecnico-scientifico, valuta la possibilità di nuove chiusure per proteggere soprattutto le categorie più a rischio e dare fiato agli ospedali, in alcune Regioni già in grande difficoltà a seguito del nuovo aumento dei contagi.
Dopo le tantissime polemiche che lo hanno travolto, Toti è subito intervenuto per correggere il tiro: “Il senso di questo tweet, che appartiene a un ragionamento più ampio, è stato frainteso. I nostri anziani sono i più colpiti dal virus, sono persone spesso in pensione che possono restare di più a casa e essere tutelate di più”.Molti utenti hanno fatto notare a Toti come, tra l’altro, proprio la popolazione ligure sia tra le più anziane d’Italia e d’Europa, secondo le ultime rilevazione effettuate da Eurostat: il 28,5% degli abitanti della Regione ha infatti più di 65 anni. La media dell’Unione europea è più bassa quasi di un terzo: 20,3%.

Conte difende la scuola: “Lotteremo fino all’ultimo per le lezioni in aula”