Lifestyle

“Tre galli in un pollaio”, Barbieri torna sulle violenti liti dietro le quinte di Masterchef

per i – ha detto al Corriere della Sera -.

“Eravamo tre galli in un pollaio, ma nonostante non fosse sempre semplice ho tanti ricordi belli, divertenti” sebbene la sua esperienza sia stata “decisamente più impegnativa” di quella attuale, per via dei “caratteri dei miei due soci: molto forti, duri”. Bruno Barbieri racconta il dietro le quinte della sua esperienza nella trasmissione MasterChef al Corriere della Sera, riferendosi ai suoi due colleghi stellati: Carlo Cracco e Joe Bastianich.

In particolare, Barbieri è tornato sulla lite che mise quasi fine al programma, quella con Cracco: “Non abbiamo mai litigato se non un una volta, fortemente, io e Carlo parlando di un piatto di passatelli con le vongole. Ma dopo quindici minuti di casino totale, tutto è tornato ad essere come se non fosse mai successo niente”.

È innegabile, comunque, che il rapporto con i suoi due colleghi attuali in trasmissione, Giorgio Locatelli e Antonino Cannavacciuolo, sia molto migliore e meno teso: “Loro sono molto più ironici e divertenti. Con Antonino c’è un feeling particolare e Locatelli è quello che cerca di tenere un po’ le fila, altrimenti io e lui scherzeremmo dalla mattina alla sera. Ci frequentiamo anche fuori, a telecamere spente, cosa che non succedeva con gli altri due colleghi…Insomma, oggi c’è più complicità”.

Torna su