Interni

Trump all’Onu: “La Cina va considerata responsabile per il coronavirus”

Donald Trump ha detto davanti all’Onu che dovremmo rendere responsabile la Cina “che ha diffuso questa piaga nel mondo”. Il presidente degli Stati Uniti ha parlato anche di ‘China virus’ e di ‘nemico invisibile’. Trump ha sorpreso l’Assemblea dell’Onu con un intervento registrato alla Casa Bianca e durato molto meno dei 15 minuti riservati a ogni leader nel corso del dibattito generale.

Il discorso di Trump è stato quasi completamente incentrato sull’attacco alla Cina. “Sono orgoglioso di aver messo l’America al primo posto”, ha detto il presidente degli Usa. “Settantacinque anni dopo la fine della Seconda Guerra Mondiale e la fondazione dell’Onu, ci troviamo ancora una volta impegnati in una battaglia globale. Negli Stati Uniti abbiamo lanciato la mobilitazione più aggressiva dalla Seconda Guerra Mondiale”.
Trump ha poi  i progressi fatti sul fronte della costruzione dei ventilatori polmonari, delle cure, e dei vaccini, tre dei quali “arrivati alle fasi finali della sperimentazione”, mentre già se ne stanno producendo milioni di dosi. “Distribuiremo un vaccino, sconfiggeremo il virus, e metteremo fine alla pandemia ed entreremo in un’era di prosperità, pace e cooperazione senza precedenti” ha concluso Trump.Immediata la replica cinese: “La pandemia va affrontata insieme, uniti, e seguendo la scienza. Ogni tentativo di politicizzare o stigmatizzare la pandemia deve essere respinto”. Lo ha detto il presidente cinese Xi Jinping all’assemblea generale dell’Onu, in un video pre-registrato.

Salvini schiacciato dall’Europa: gli italiani hanno scelto di fidarsi dell’Ue