Mass Media

Dritto e rovescio, Fusani rimprovera Cruciani: “Fai pace col cervello”

Tutti contro tutti a Dritto e rovescio. Succede di tutto durante la puntata di giovedì 23 settembre del talk show condotto su Rete 4 da Paolo Del Debbio. Si parla ovviamente di vaccini e green pass. Ospiti della serata, tra gli altri, ci sono il medico Massimo Citro Della Riva, considerato il guru dei no-vax, i giornalisti Alessandro Cecchi Paone, Francesco Borgonovo, Gaetano Pedullà, Claudia Fusani, Giuseppe Cruciani e Maria Giovanna Maglie. Oltre all’esponente politica di Fdi Daniela Santanchè. Logico che, con questo parterre, gli animi si surriscaldino alla prima scintilla. Protagonisti di un serrato battibecco sono, oltre allo scatenato Cecchi Paone, Cruciani e Fusani.

“La questione economica non è la discussione di questa sera. Non stiamo parlando dei risultati economici del governo”, prova ad argomentare Cruciani durante Dritto e rovescio. “Ma come non è in discussione”, lo interrompe subito la Fusani protestando. “Stiamo parlando della questione del green pass esteso a tutti i lavoratori, che è un altro discorso rispetto a quello dell’economia”, riprende il filo del discorso il conduttore de La Zanzara. “Perché adesso che non c’è il green pass esteso, non ci sono pile di morti in strada. Non ci sono i contagi al massimo e non c’è il green pass come entrerà in vigore dal 15 ottobre. E quello è un altro discorso”, questa l’opinione del giornalista.

“Cruciani tu dicevi le stesse cose a luglio quando cominciava il green pass. Fai pace col cervello”, lo rimbrotta però la collega. “Io sono contrario al green pass per come è stato realizzato”, ribadisce lui. “Devi fare pace col tuo cervello. Perché te alzi sempre l’asticella, cercando di dimostrare il contrario di quello che in realtà pensi”, ripete però una Fusani sempre più indispettita.

Dritto e rovescio

“Ma cosa dici? Cercando di dimostrare il contrario di cosa?”, si difende lui con veemenza. “Non funziona più il tuo ragionamento”, insiste lei. “Il green pass che costringe il lavoratore a pagare per lavorare lo trovo una cosa vergognosa”, tiene il punto Cruciani a Dritto e rovescio. Ma la collega non molla l’osso. “Hai grippato. Il tuo ragionamento ha grippato”, accusa. “Ma cosa ho grippato? Perché dici delle parole a caso?”, replica ancora Cruciani prima che il conduttore chiuda la diatriba.

Potrebbe interessarti anche: Pregliasco zittisce il medico no-vax: “Dice cose mostruose”