Interni

“Un bacione a Saviano”: l’inquietante avvertimento social di Salvini

Un duello infinito quello tra Matteo Salvini e Roberto Saviano, due che non si amano per niente e non hanno mai nascosto i rispettivi sentimenti. Con il vicepremier che, evidentemente rinvigorito dai risultati ottenuti alle ultime elezioni europee, è subito tornato all’attacco dello scrittore, che in passato aveva criticato la sua linea di governo. E lo ha fatto sfruttando, ancora una volta, il suo ruolo di ministro dell’Interno, annunciando di voler rivedere il sistema di assegnazione delle scorte.

In un video pubblicato sul proprio profilo social, Salvini ha così esordito mandano “Un bacione a Saviano” per poi proseguire “sto lavorando insieme agli uomini del ministero dell’Interno e a quelli della polizia di Stato anche a una revisione del sistema delle scorte, che impegnano ogni giorno in Italia più di 2000 donne e uomini delle forze dell’ordine”.
“Ovviamente non interverrò su casi personali, aggiorneremo i criteri e faremo valutazioni tecniche, non politiche. Il tema della sicurezza è troppo delicato perché ci sia una valutazione personale. Saranno i tecnici degli uffici competenti a stabilire quando ci sarà effettivamente una situazione di pericolo ancora esistente e quando invece il diretto interessato potrà rinunciare alla scorta”.

Un intervento che ha diviso gli utenti. In tanti si sono scagliati contro il vicepremier, prendendosela soprattutto per quel “bacione” a Saviano che agli occhi di molti suona in maniera sinistra, quasi un avvertimento allo scrittore su quanto succederà nei prossimi giorni.

I diktat di Salvini: Toninelli, Trenta e Costa fuori dal governo