Esteri

“Vai in guerra!”, l’esortazione degli attivisti al figlio di Peskov

Quante volte si pensa che in guerra dovrebbe andarci chi la dichiara e i suoi figli, spese se “sistemati” nei ruoli di potere dai potenti genitori?

Gli attivisti politici del team dell’oppositore russo, Alexey Navalny, ci hanno provato con il figlio del portavoce del Cremlino, Dmitrij Peskov, il giovane Nikolay, 32 anni, criticato per il suo stile di vita opulento dopo un passato nelle alte sfere del comando dell’esercito russo.

Gli attivisti hanno telefonato a Nikolay, chiedendogli se, nonostante la sua ricchezza, data la sua esperienza nell’esercito, si sarebbe presentato volontario per l’Ucraina. Il giovane si è molto innervosito e ha riattaccato.

“Risolverò la cosa ad un altro livello”, ha dichiarato il giovane all’agenzia Tass, dopo che l’audio della telefonata era stato diffuso. Non è chiaro se intenda darsi da fare in seconda linea o darsi da fare per trovare chi gli ha fatto questo scherzo.

Torna su