Mass Media

Dall’Isola dei Famosi al ministero: il M5S regala ancora nomine made in Mediaset

I grillini ci ricascano. E per riempire gli staff dei ministri pentastellati pescano non solo tra i “trombati” alle elezioni politiche, ma anche di nuovo nelle televisioni targate Mediaset. Dopo la nomina della ex “Iena” Dino Giarrusso come consulente del Ministero della Pubblica Istruzione, senza particolari meriti o titoli se non la comprovata militanza pentastellata, ecco che spunta un altro incarico destinato a sollevare polemiche.

Come nuovo consigliere del ministro per i beni culturali Bonisoli è stato infatti pochi giorni fa scelto Valerio Tacchini, ex notaio de “L’Isola dei Famosi” e tra i più fidi collaboratori di Beppe Grillo. Si tratta, infatti, di colui che custodisce gelosamente tutti gli esiti delle votazioni su Rousseau: fu lui, versione a cinque stelle del “Mario” di Daria Bignardi e di Barbara d’Urso delle prime edizioni del Grande Fratello, a salire sul palco di Rimini per consegnare all’ex comico la busta contenente il nome del candidato premier Gigino Di Maio.

Ancora impossibile, perché il Ministero non lo ha reso noto, sapere quale sarà il compenso del notaio Tacchini per il nuovo incarico. Ma è chiaro che si deve trattare di un corrispettivo assai convincente, tale da fargli cambiare idea sull’alleanza del Movimento con il partito di Matteo Salvini. “Mai con la Lega, siamo troppo diversi”, infatti, tuonava l’uomo di legge di Grillo in campagna elettorale, solo pochi mesi fa.

 

Ti potrebbe interessare anche: Avviso di sfratto per Gigino Di Maio, tumulto nel M5S. Dibba è pronto al gran gesto