People

Nichi Vendola torna in tv, “schiaffi” a Salvini e Meloni: “Imbevuti di cultura omofobica”

Non le manda di certo a dire Nichi Vendola, che torna in tv, ospite di “In Onda”, il programma di La7 condotto da Concita De Gregorio e David Parenzo, dove parla del futuro della sinistra e del Ddl Zan. Ospite della puntata del 7 luglio, Nichi Vendola attacca il centrodestra, reo di essere contrario alla legge contro l’omotransfobia. L’ex governatore della Puglia, nonché esponente di Sinistra Italiana, non crede alla richiesta di mediazione avanzata da Matteo Salvini e che non ha ricevuto risposta positiva da parte del Partito democratico. E alla conduttrice che gli chiedeva cosa ne pensasse, Vendola non ha tardato ad attaccare… (Continua a leggere dopo la foto)

“Quella del compromesso e della mediazione è solo ipocrisia. La Lega e Fratelli d’Italia sono formazioni politiche imbevute di cultura omofobica, hanno costruito un intero immaginario sul filo della discriminazione e l’intolleranza”. Una stoccata fortissima diretta ai leader Meloni e Salvini e ai loro stessi partiti. Per Vendola si tratta di un escamotage sul ddl Zan per “buttare la palla fuori dal campo”. Diverso discorso invece per Matteo Renzi… (Continua a leggere dopo la foto)

Proprio Italia Viva ha presentato emendamenti simili al centrodestra nella speranza di modificare il disegno di legge. “Una tattica – la definisce Vendola -, Renzi cerca sempre di tornare al centro della scena”. E ancora: “Io non vorrei che la politica del Palazzo ci facesse dimenticare di cosa stiamo parlando, ossia di persone in un mondo in cui l’identità cambia”.

Ti potrebbe interessare anche: M5S pronto allo strappo sulla Giustizia: “Non votiamo”. Draghi e Cartabia tirano dritto