Esteri

Ucraina, Feltri critica Papa Francesco: “Ma quale fine del mondo? Porta sfiga”

Vittorio Feltri non si smentisce nemmeno sulla guerra in Ucraina. E nemmeno se c’è di mezzo Papa Francesco. Il direttore di Libero non risparmia infatti alcune frecciate velenose al Santo Padre. Parlando della guerra in Ucraina, Francesco ha avanzato il timore che possa presto verificarsi la “fine del mondo”. Una previsione di sventura che non piace affatto a Feltri il quale, nel suo video-editoriale, accusa addirittura il Papa di portare “sfiga”.

Vittorio Feltri critica Papa Francesco

“I giornali riportano con molta evidenza la notizia che il Papa teme che stia arrivando la fine del mondo. – ricorda Feltri nel suo editoriale – Mi sembra un’esagerazione. E che sia proprio Francesco a fare una dichiarazione così porta sfiga ci inquieta un pochino. Però è chiaro che il Papa è un uomo come tutti quanti noi e quindi può sbagliare. Io invece sono convinto che non ci sarà nessuna guerra mondiale e pertanto non ci sarà la fine del mondo”.

“Perché è chiaro che chi dovesse provocare la terza guerra mondiale sarebbe il primo ad andarci di mezzo. – chiosa il direttore di Libero – Non credo che ci siano persone così stolte da auto incenerirsi. E quindi io tranquillizzerei il nostro pubblico dicendo che effettivamente anche il Papa ha pestato una buccia di banana. Poteva risparmiarsi una sortita di questo tipo, che indubbiamente fa rabbrividire”, bacchetta ancora il Pontefice.

“Devo inoltre segnalare che anche l’esercito italiano è stato allertato. Nel senso che sono state inviate delle lettere ai militari dicendo loro di tenersi pronti. Ma pronti a che? – si chiede polemicamente Vittorio Feltri – Ma per quale motivo dobbiamo andare a fare la guerra in Ucraina o in Russia? Mi sembra che tutto questo appartenga al mondo dei deliranti. Insomma, io sono convinto che l’Italia rimarrà ai margini di questo conflitto. Che è comunque destinato a finire abbastanza in fretta, se non si vuole che l’Ucraina venga rasa al suolo. Cosa che non ci auguriamo. Vogliamo soltanto vivere tranquillamente. Ma credo che l’Italia ce la farà”, conclude Feltri.

Potrebbe interessarti anche: Ucraina, Feltri critica Zelensky: “Meglio una resa onorevole che una tomba”

Torna su