Finanze

Work Life Integration: Il successo di Rodrigo Di Lauro, tra i più chiacchierati manager italiani, ecco chi è

Fondare una società e portarla al successo in pochi anni non è impresa da poco, soprattutto nel difficile contesto lavorativo italiano del momento. Caso esemplare diventa quindi quello di Life Learning, azienda edu-tech nata nel 2014 grazie all’intraprendenza di Rodrigo Di Lauro, suo creatore e CEO, inserito nel 2019 da Forbes Italia fra i migliori manager under 30.

La carica innovativa portata avanti da Di Lauro è legata in buona parte alla varietà di proposte e all’efficacia del metodo di insegnamento, elementi che posizionano l’azienda all’avanguardia nel mondo dell’educazione, con un catalogo ricco di 2.500 corsi e 50 Master certificati relativi a discipline come Marketing, Business, Informatica, Design e Scienze umane, per un’offerta formativa completa che coinvolge 150.000 studenti all’anno.

Oltre a ciò, fattori estremamente importanti su cui si è puntato in maniera convinta sono la creazione di un ambiente lavorativo gradevole e di un generale benessere aziendale, da raggiungere tramite provvedimenti attenti alle esigenze di tutti i dipendenti.

In quest’ottica, popolare all’estero ma ancora poco diffusa presso le aziende italiane, sono previsti servizi di formazione continua e saranno a breve implementate attività di business coaching e di supporto psicologico, per aiutare ad affinare le competenze e a  gestire obiettivi e tensioni quotidiane. Non mancano inoltre sistemi di gratificazione e sostegno economico, sotto forma di bonus e di contributi per l’asilo, per le rate del mutuo e per la spesa, oltre ad un welfare sanitario.

Insieme a questo tipo di misure, utili per garantire serenità ai dipendenti, si mira anche ad incentivare il senso di cooperazione e condivisione, creando momenti ricreativi all’interno delle strutture aziendali e promuovendo il legame con il territorio. A questo proposito, una scelta significativa compiuta da Di Lauro è stata quella di spostare la sede principale da Milano a Pescara, una mossa che può sembrare strana e che va sicuramente controcorrente rispetto alle tendenze più diffuse in Italia. Il senso di questo cambiamento di headquarter risiede nella ricerca di una dimensione più umana e comoda di vita, oltre ad una cospicua diminuzione delle spese gestionali che ha portato ad investire maggiormente nell’azienda stessa, tramite per esempio la pianificazione di nuove assunzioni.

Queste scelte audaci si sono dimostrate vincenti nel creare un ambiente positivo e aggregante e nello sviluppo di un miglioramento sia nella vita personale che lavorativa, generando un benefico equilibrio che permette di affrontare in maniera più concentrata ed efficiente le sfide quotidiane, con un netto aumento di produttività e attraendo valide figure professionali anche dall’estero.

Per completare il quadro, non si può dimenticare l’impegno di Life Learning collegato al rispetto dell’ambiente, concretizzato nell’adozione di misure che promuovono la sostenibilità, come una sede totalmente plastic free e la distribuzione di borracce a tutti i dipendenti.

La visione lungimirante del CEO Di Lauro rientra in una concezione ad ampio raggio dell’attività imprenditoriale, che vede il raggiungimento degli obiettivi finanziari strettamente correlati ad una gestione delle risorse umane improntata al benessere e alla soddisfazione di fondamentali esigenze economiche ed esistenziali.