People

Zingaretti annuncia dagli Usa: “Clinton verrà in Italia per darci una mano”

Il segretario del PD Nicola Zingaretti Europa è in viaggio negli Stati Uniti per una serie di incontri con i Dem americani. Al centro dei dialoghi ci sono i rapporti fra Italia e Usa e le “battaglie comuni contro le destre e i nazionalismi”. Zingaretti è la prima volta che raggiunge gli States nella veste di segretario del Partito Democratico. L’incontro più importante è stato con Bill Clinton, di cui ha voluto dare notizie precise: “È stato un lungo e utile scambio di opinioni sull’Europa, sull’Italia e sugli Usa, su come ricostruire contro la cultura della paura”, ha affermato al termine del faccia a faccia, sottolineando di aver anche invitato l’ex presidente americano in Italia. “Ha detto che verrà in Italia a darci una mano”.

Alla Clinton Foundation di Midtown Manhattan Zingaretti è arrivato insieme all’ambasciatore italiano negli Stati Uniti Armando Varricchio. L’incontro con Clinton è durato in tutto un’ora ed è stato propedeutico all’avvio di una nuova fase, “di un rapporto” fra i democratici “come baluardo contro le destre”. Non solo Clinton. L’agenda di Zingaretti negli Usa è fitta di appuntamenti. In serata una visita alla sede del Pd di New York in occasione dell’elezione del segretario e un faccia a faccia con il sindaco Bill De Blasio.

La seconda tappa della visita americana di Zingaretti è a Washington, dove nelle prossime ore vedrà la speaker della Camera Nancy Pelosi, terza carica dello stato e volto dell’indagine per un possibile impeachment del presidente Donald Trump. Il segretario del Pd ha in programma anche incontri alla Casa Bianca con esponenti del Consiglio di Sicurezza Nazionale, che ha in carico fascicoli importanti di politica estera e sicurezza, ma gioca anche un ruolo non secondario in questioni come quelle commerciali, a partire dal delicato dossier dei dazi Usa che ultimamente hanno colpito anche alcuni prodotti del made in Italy.

Dopo il suo incontro con la Speaker della Camera americana Nancy Pelosi, Zingaretti ha criticato le minacce di nuove tariffe venute dal presidente Trump. Il leader del Pd ha invece confermato l’impegno dell’Italia nelle missioni militari internazionali, dopo l’attentato dell’Isis che ha preso di mira i nostri soldati in Iraq. “Il colloquio è servito anche a confermare il rapporto euro-atlantico e la collocazione internazionale dell’Italia come principale alleato degli Usa nella Nato”.

 

Ti potrebbe interessare anche: Zingaretti-Conte, patto per salvare il governo: nasce un nuovo gruppo autonomo