Senza categoria

A Zoomarine genitori e figli senza mascherine: “Non rispettate le regole anti Covid”

Persone vicine l’una con l’altra, genitori e figli assembrati senza mascherine, qualcuno seduto e altri in piedi per scattare una foto. Sono queste le immagini del parco acquatico Zoomarine alle porte di Roma, che da qualche giorno stanno facendo il giro dei social facendo scalpore nel web. Le foto (e il video) immortalano lo show dei delfini di lunedì 17 agosto, durante il quale gli spettatori seduti vicinissimi l’uno all’altro e senza mascherina, si godono lo spettacolo in barba ad ogni precauzione e ai DPCM emanati dal Governo. L’accaduto ha fatto insorgere l’associazione Earth, attiva per i diritti degli animali, che ha subito chiesto severi controlli ai vigili di Pomezia: “Abbiamo ricevuto tante segnalazioni sulla situazione senza controllo che si è venuta a creare durante gli spettacoli di Zoomarine, con gli spettatori seduti vicinissimi l’uno all’altro e senza mascherina. Ci siamo attivati segnalando tale situazione via pec alla polizia locale di Pomezia e chiedendo controlli”.

“Non amiamo gli spettacoli di Zoomarine che prevedono l’utilizzo di delfini e pinguini – ha spiegato Valentina Coppola, presidente di Earth – ma finché si muovono a norma di leggi ( che vanno sicuramente cambiate) non abbiamo nulla da ridire, ora le segnalazioni ricevute ci confermano nella nostra convinzione che chi non rispetta la salute è indifferente sia a quella umana che a quella animale”. La direzione di Zoomarine dal canto suo ha fatto sapere che “i protocolli della sicurezza nel parco sono stati approvati dalle autorità sanitarie”.
Sul caso è intervenuto anche Adriano Zuccalà, sindaco di Pomezia, che, secondo quanto ricostruito da RomaToday sta valutando una ordinanza di chiusura della struttura: “Abbiamo chiesto immediatamente delucidazioni alla struttura e in parallelo abbiamo effettuato un nuovo controllo. La Polizia locale ha già emesso il verbale, adesso gli uffici stanno elaborando i provvedimenti previsti dalla legge. L’emergenza sanitaria non è ancora finita ed è intollerabile qualsiasi atteggiamento irresponsabile.Ti potrebbe interessare anche: “Un solo contagio in classe e sarà quarantena per tutti”. Azzolina e il rientro a scuola