Guide

Fare impresa: ecco come ottenere un finanziamento pubblico

Oggi giorno fare impresa è davvero molto difficile. E lo è tanto per chi vuole iniziare un’impresa nuova (start up), quanto per chi l’attività ce l’ha già e ha come unica preoccupazione quella di riuscire a tenerla in vita. Tutto è un po’ più facile, però, se a una buona idea di business riescono ad associarsi dei soldi “terzi”, come un finanziamento ottenuto per mano pubblica che come sapete è utile per dare quello slancio di cui spesso e volentieri c’è bisogno (soprattutto nella fase di start up).

Futuri imprenditori? Ecco come ottenere un finanziamento pubblico

Come ottenere un finanziamento pubblico

Ma come si può fare per ottenere un finanziamento pubblico? In realtà la soluzione è molto semplice. In primo luogo bisogna valutare bene il progetto con una attenzione particolare alla realizzazione effettiva. Il mercato ha spazio per il vostro prodotto? E il luogo in cui intendete lanciarvi, si presenta come terreno fertile per il vostro progetto?

#Bandi regionali e Cameriere di Commercio

Una volta fatte queste prime valutazioni, potete lanciarvi alla ricerca del finanziamento pubblico. In primo luogo dovete controllare i siti regionali e gli annunci della Camera di Commercio che sono le realtà capace di intercettare le risorse statali (e in genere anche le meno esigenti nel valutare un’idea di business).

#Bandi Europei

Se ritenete, invece,  che il vostro progetto sia molto innovativo e davvero ben strutturato, allora proiettatevi pure oltre frontiera e partite alla ricerca dei bandi europei che mettono a disposizione dei fondi spesso consistenti ma che a garanzia del denaro concesso chiedono anche un’idea imprenditoriale particolarmente brillante

#Banche

In ultima istanza troviamo le banche. In genere i bandi coprono solo una parte del fabbisogno finanziario, per cui la rimanente parte di denaro ve la dovrete conquistare con un prestito in banca. Abbiate, dunque, l’accortezza di presentare un progetto valido e ponete a titolo di garanzia una questione che agli istituti di credito sta molto a cuore: le potenzialità che la vostra idea potrebbe avere sul mercato, anche con delle previsioni e delle ricerche di mercato che potreste avere effettuato a monte.

Matteo D’Apolito

Scrivi un tuo commento

Commenti

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

To Top