albicchiere-startup

Albicchiere: dall’Umbria al MWC 2018, gli startupper italiani sono i più rivoluzionari nel mondo nel settore “Home&Lifestyle”

Parte fondamentale della cultura ma anche del panorama imprenditoriale italiano, il vino e la sua produzione sono sicuramente una delle eccellenze del “Made in Italy” riconosciute in tutto il mondo. Ad investire in questo settore sono Massimo Mearini e Diego Pepini, fondatori di Albicchiere. La startup punta a rivoluzionare il modo di bere vino grazie all’utilizzo della tecnologia: la loro idea è stata da poco premiata anche al Mobile World Congress 2018 di Barcellona nell’ambito dell’IoT/WT Innovation World Cup 2018.

Albicchiere: dall’Umbria a Barcellona per rivoluzionare il modo di gustare vino

Quante volte vi è capitato di voler fare assaggiare ai vostri ospiti un bicchiere di alcune delle bottiglie più buone della vostra riserva e di trovarvi poi con numerose bottiglie aperte da finire? E’ proprio dall’analisi di questo problema, che ovviamente si trovano a dover affrontare anche i protagonisti del settore Horeca, che è nata Albicchiere, startup umbra che punta a rivoluzionare il modo di bere vino in Italia e nel mondo. Ciò che propone Albicchiere è un dispositivo smart e altamente tecnologico, che potremmo paragonare alle oramai celebri macchinette del caffè a cialde. In particolare, Albicchiere è un dispenser con tecnologia IoT (Internet delle cose) per vino in bag, mobile app ed e-commerce dedicato. La piattaforma della startup è stata pensata per migliorare e portare le abitudini degli utenti ad un livello superiore. Albicchiere renderà quindi possibile bere anche solo un bicchiere di vino senza paura di sprecarne un goccio (grazie alla preservazione garantita fino a 6 mesi dall’inserimento della sacca), bere ogni vino alla temperatura ideale di servizio o quella preferita dall’utente, gestire il dispenser tramite l’applicazione per smartphone (regolare la temperatura di erogazione o le anomalie del dispenser), ricevere informazioni sui vini e interagire con i sistemi di assistenza vocale (si potrà chiedere al dispenser quale vino si è inserito, se il vino ha raggiunto la temperatura e il tempo che gli resta per raggiungerla, ordinare i vini e chiedere suggerimenti riguardo abbinamenti).

albicchiere-startupGli startupper umbri trionfano al Mobile World Congress

Il dispositivo di Albicchiere, disponibile dall’autunno 2018, è stato particolarmente apprezzato anche al Mobile World Congress 2018 tanto da aggiudicarsi il primo premio nella sezione HOME&LIFESTYLE nell’ambito dell’IoT/WT Innovation World Cup 2018. Alla competizione hanno preso parte concorrenti da tutto il mondo che hanno avuto la possibilità di presentare le loro soluzioni nelle categorie City, Retail, Transport, Home & Lifestyle, Industrial and Healthcare; tutto davanti ad una giuria di esperti internazionali che ha giudicato in base al grado di innovazione, usabilità, e commerciabilità.

albicchiere-startup
Il team di Albicchiere al MWC 2018

“Ricevere un premio come quello dell’ IoT/WT Innovation World Cup, è una grande soddisfazione” hanno commentato i fondatori Massimo Mearini e Diego Pepini “il nostro progetto è stato giudicato il migliore tra altri progetti validi e innovativi; possiamo finalmente dire che si può fare innovazione anche in un settore tradizionale come quello del vino, anzi possiamo dire che è stata proprio la tradizione ad ispirare albicchiere . Lanceremo il prodotto tramite le piattaforme di crowdfunding da fine settembre così che finalmente potrete godervi il vostro vino preferito, quello che volete, ogni volta che volete”.

Leggi anche: Quomi, gli imprenditori che hanno introdotto in Italia i meal kit

CONDIVIDI
Sabina Schiavon
Visionaria per vocazione, blogger in erba per passione, freelance per professione. Milanese per nascita e vercellese d’adozione, si occupa di startup, imprese, Industria 4.0 e di tutti i temi legati all’innovazione. Ama la birra belga e il whisky scozzese, gustati accanto a un gatto che fa le fusa.