Cronaca

Alessia Piperno libera: Meloni ringrazia il suo governo e i servizi segreti

Alessia Piperno è libera e sta per tornare in Italia. A dare ufficialmente la notizia che la sua famiglia e tutti gli italiani attendevano da settimane è stato direttamente Palazzo Chigi con una nota. La travel blogger romana era stata arrestata il 28 settembre scorso in Iran, perché accusata di aver preso parte alle proteste anti governative. La ragazza è stata detenuta nel carcere di Elvin fino a ieri, ma ora l’incubo per lei sembra finito. Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni ringrazia i servizi segreti e i membri del suo governo per il successo dell’operazione.

Alessia Piperno

“Dopo un intenso lavoro diplomatico, oggi Alessia Piperno è stata rilasciata dalle autorità iraniane e si appresta a tornare in Italia. Il presidente del Consiglio Giorgia Meloni, nel ringraziare tutti coloro che hanno contribuito a che Alessia riabbracci i familiari, ha informato i suoi genitori nel corso di una telefonata, pochi minuti fa”, si legge in una nota del governo.

Inoltre, durante una conferenza stampa a Palazzo Chigi con il segretario generale della Nato, Jens Stoltenberg, il premier Meloni ci tiene a ringraziare “i nostri servizi di intelligence, il sottosegretario Alfredo Mantovano, e il ministro degli Esteri Antonio Tajani per il lavoro straordinario e silenzioso che hanno fatto per riportare a casa Alessia Piperno. Mi perdonerà se faccio una cosa irrituale. Immagino abbiate saputo che Alessia Piperno sta tornando a casa”, conclude rivolgendosi al suo ospite Stoltenberg.

Sulla vicenda della liberazione di Alesia Piperno pesano anche le parole del padre, secondo il quale sua figlia “si teneva distante dalla rivolta antigovernativa. Non credo che vi abbia partecipato. Di più non voglio e non saprei dire”. Sui social esulta anche Laura Boldrini. “Una bellissima notizia. Un pensiero alle tante donne che in Iran stanno guidando una rivolta democratica contro un regime illiberale”, scrive su Twitter la parlamentare del Pd.

Potrebbe interessarti anche: Alessia Piperno, l’appello della ragazza arrestata in Iran: “Aiutatemi a uscire da qui”

Torna su