amazon-ring-smart-home

Amazon acquisisce Ring: il videocitofono intelligente tra i must-have per la Smart-Home

Dopo un anno di trattative, Amazon ha finalmente portato a termine l’acquisizione di Ring. Per chi non la conoscesse, Ring è una compagnia di Santa Monica, in California, specializzata nella produzione di device dedicati alla Smart Home. L’azienda è nata con l’obiettivo primario di ridurre il crimine nei quartieri creando un anello di sicurezza intorno a case e comunità, grazie ad una suite di prodotti per la sicurezza domestica.

Amazon acquisisce Ring: sicurezza e smart home per il futuro delle nostre case

Poche ore fa, Amazon e Ring hanno annunciato la chiusura della trattativa di acquisizione dell’azienda californiana da parte del colosso dell’e-commerce. Da oggi in poi, quindi, le aziende collaboreranno per accelerare la missione di Ring di ridurre la criminalità nei quartieri, con prodotti e servizi di sicurezza domestica convenienti ed efficaci, cosicché un numero sempre maggiore di clienti possa vedere, ascoltare e parlare alle persone che si trovano sulla loro proprietà ovunque essi siano.

“Insieme ad Amazon accelereremo notevolmente il nostro progetto, collegando sempre più vicini di casa a livello globale e rendendo i nostri dispositivi e sistemi di sicurezza più accessibili. L’intero team di Ring è entusiasta di continuare a lavorare duramente per creare prodotti e servizi che apportino benefici reali alla vita delle persone e che collaborino della costituzione di comunità più sicure per tutti” – ha commentato Jamie Siminoff, CEO and Chief Inventor of Ring.

amazon-ring-smart-homeAmazon, con Ring verso un’offerta di domotica sempre più completa

Il futuro delle nostre case è quello della Smart Home, ovvero un’abitazione dotata di dispositivi connessi ed intelligenti capaci di integrarsi perfettamente con lo stile di vita di chi la abita. Un nuovo passo verso questo ambizioso obiettivo per Amazon è stata appunto l’acquisizione di Ring: è proprio per questo che, per celebrare l’avvenimento, il colosso dell’e-commerce (esclusivamente per alcuni Paesi) ha abbassato il prezzo del celebre Ring Doorbell a 99 dollari. Ma come funziona il campanello intelligente?

L’idea alla base è quella di poter vedere e parlare in qualsiasi momento e da qualsiasi luogo chi viene a bussare alla nostra porta. Ring Doorbell, il campanello intelligente, si presenta quindi come un dispositivo connesso con una piccola videocamera incorporata. Ogni qualvolta qualcuno busserà alla vostra porta, Ring invierà le immagini al vostro smartphone così da sapere con certezza chi c’è alla porta. Questo permette quindi di aprire istantaneamente, in qualsiasi parte della casa ci si trovi, ma anche di tenere monitorati i movimenti davanti alla propria entrata. Il dispositivo, ovviamente, si integra perfettamente anche con Alexa, l’assistente virtuale di Amazon.

amazon-ring-smart-home“Il talentuoso team di Ring ha inventato prodotti e servizi per la sicurezza domestica che i clienti amano. Siamo entusiasti del loro lavoro, dei loro prodotti e della loro missione e non vediamo l’ora di collaborare per continuare a deliziare i clienti” – ha dichiarato Dave Limp, Vicepresidente senior di Amazon Devices and Services. “E questo è solo l’inizio: continueremo a muoverci rapidamente e lavoreremo sodo per fornire ai clienti una suite di soluzioni di sicurezza che forniscano un modo economico ed efficace per proteggere case e quartieri”. I primi risultati, comunque, si sono già visti: prima ancora dell’acquisizione di Ring da parte di Amazon, infatti, un quartiere di Los Angeles ha assistito ad un calo del 55% delle intrusioni in casa dopo l’installazione dei campanelli intelligenti in solo il 10% delle abitazioni.

Leggi anche: “Uomini più ammirati del mondo: gli imprenditori nella top 20”

CONDIVIDI
Sabina Schiavon
Visionaria per vocazione, blogger in erba per passione, freelance per professione. Milanese per nascita e vercellese d’adozione, si occupa di startup, imprese, Industria 4.0 e di tutti i temi legati all’innovazione. Ama la birra belga e il whisky scozzese, gustati accanto a un gatto che fa le fusa.