Tecnologia

Amazon: robot domestici nel futuro del celebre e-commerce?

Amazon sembra continuare a voler rivoluzionare il mondo dei gadget tecnologici. Dopo l’introduzione dell’e-book reader Kindle, infatti, il colosso dell’e-commerce fondato da Jeff Bezos si è differenziato per aver introdotto sul mercato Echo, un dispositivo per la smart home al cui interno vive Alexa, un sistema di intelligenza artificiale. Stando alle ultime indiscrezioni, però, Amazon potrebbe essere in procinto di lanciare anche un robot domestico, un grande passo avanti nel settore delle case intelligenti ma anche della robotica ad uso “quotidiano”.

Amazon: un robot domestico nel 2019?

A svelare le presunte novità di Amazon è Bloomberg.com. Stando al magazine, infatti, il colosso di Jeff Bezos sarebbe al lavoro ad un progetto top-secret il cui nome in codice è “Vesta”, lo stesso dato dagli antichi romani alla dea del focolare, della casa e della famiglia. Stando a quanto afferma Bloomberg, il progetto sarebbe supervisionato da Gregg Zehr, già a capo della divisione di ricerca e sviluppo hardware di Amazon Lab126 con sede a Sunnyvale, in California. Lab126 è celebre per essere responsabile della vendita di alcuni dispositivi lanciati sul mercato da Amazon quali Echo, le Fire TV, le tavolette Fire e lo sfortunato Fire Phone.

Un post condiviso da Jeff Bezos (@jeffbezos) in data:


Cosa si sa però sul possibile robot domestico di Amazon? Stando a quanto affermato da Bloomberg, il colosso di Bezos sarebbe già da anni al lavoro per “Vesta”, ma solo di recente avrebbe aumentato in modo considerevole le assunzioni: il magazine sottolinea infatti come siano apparse decine e decine di inserzioni al fine di trovare, per Lab126, “Software Engineer, Robotics” o “Principle Sensors Engineer“. Bloomberg afferma inoltre che le persone informate avrebbero svelato la volontà dell’azienda di introdurre dapprima i robot nelle case di alcuni dei suoi dipendenti e, solo successivamente e a test positivi, lanciarli sul mercato (ipoteticamente nel 2019).

Le possibili applicazioni di un robot domestico

Per quanto l’idea del progetto “Vesta” possa solleticare la fantasia, è inevitabile chiedersi quali potrebbero essere le applicazioni di un robot domestico. Bloomberg, basandosi sulle indiscrezioni raccolte, ipotizza che i nuovi dispositivi Amazon potrebbero somigliare ad una sorta di Alexa-mobile, un sistema di intelligenza artificiale capace quindi di accompagnare gli utilizzatori per tutta la casa e soprattutto dove non è installato il celebre Echo.

Un post condiviso da Jeff Bezos (@jeffbezos) in data:


Stando ai leaks, infatti, i robot domestici di Amazon dovrebbero essere dotati di telecamere avanzate a corredo di un software di visione artificiale: non è da escludere che potrebbe essere capaci di girare le stanze delle case (e non solo) proprio come fossero delle auto a guida autonoma. Al lavoro per il miglioramento delle prestazioni di “Vesta” ci sarebbe inoltre anche Max Paley, ex dirigente Apple, impegnato nella ricerca sulla visione artificiale. Tra le assunzioni di Amazon, comunque, spiccano anche esperti di robotica.
La notizia del possibile lancio sul mercato di robot domestici, comunque, non è di certo un fulmine a ciel sereno. Durante l’ultimo CES di Las Vegas, infatti, Sony ha presentato una nuova versione del prototipo Aibo, un cane robot a cui l’azienda lavora già da qualche anno. Nella stessa occasione, invece, LG ha svelato i suoi robot concierge e cameriere, dispositivi pensati per agevolare il lavoro nel settore dell’accoglienza clienti.
Leggi anche: “Jeff Bezos, patrimonio e storia: 10 cose da sapere sul patron di Amazon”