android-9-p-popsicle

Android 9, uscita e novità: sarà Popsicle il nome della nuova versione?

Cresce sempre di più l’attesa per Android 9, l’ultima versione del sistema operativo di Google che è già stata resa disponibile in preview per gli sviluppatori e per i possessori di Google Pixel. Ma cosa sappiamo sino ad oggi? È oramai chiaro che la nuova versione del software mobile di Big G avrà un nome che inizia per P, perfetta successione dei precedenti: ricordiamo, infatti, che Android 7 è stato chiamato Marshmallow e la versione 8, attualmente la più aggiornata, Oreo. Dalle indiscrezioni sappiamo che, molto probabilmente, il nome si riferirà ad un altro dolcetto o dessert. Ma cosa sarà? A suggerirlo è lo stesso Google…

Android 9 Popsicle? Google lancia suggerimenti su Instagram

È lo stesso Google a lanciare su Instagram il “toto nome”, probabilmente al fine di far crescere la curiosità per il già attesissimo Android 9. Sul profilo ufficiale Instagram, all’interno delle stories, Big G ha mostrato infatti alcune immagini da screenshottare e utilizzare come sfondo sui propri dispositivi, una pratica oramai molto comune sul noto social network dedicato alla fotografia.

Neanche a dirlo, le immagini rilasciate da Google mostrano grafiche con dei ghiaccioli, il dolce perfetto per l’estate ma anche uno tra quelli che inizia proprio per “P”. Il termine inglese per ghiacciolo, infatti, è proprio popsicle: che Big G voglia far intendere che la prossima versione del sistema operativo sarà Android 9 Popsicle?

Dai vertici di Google, almeno per ora, non è arrivata alcuna notizia ufficiale. Bisognerà quindi attendere il lancio di una nuova developer preview se non, addirittura, l’uscita ufficiale della release annunciata per gli ultimi mesi del 2018.

Android P (Popsicle): caratteristiche e anticipazioni

Cosa sappiamo sino ad oggi delle caratteristiche di Android 9 P o Popsicle? Tutto ciò che sappiamo sino ad oggi riguarda indicrezioni provenienti dai developer che stanno già utilizzando l’Android 9 P Developer Preview.

Tra le prime novità, quella più attesa da molti produttori di smartphone è sicuramente quella del supporto del notch, ovvero quel lunotto posto anteriormente al display che contiene tutti i sensori. Tanto odiato nel corso degli anni scorsi, iPhone X lo ha riportato in auge scatenando la corsa alla tacca nera sul proprio smartphone. Non solo: un’altra novità super attesa è la possibilità di gestire le immagini provenienti dai diversi sensori fotocamera: il mercato, infatti, è oramai incline ad inserire negli smartphone due (e in futuro) più fotocamere posteriori al fine di rendere sempre migliori le performance fotografiche dei device mobili.

Modifiche anche alle notifiche per tutti coloro che avranno Android 9 P (o Popsicle) sul proprio smartphone. Big G, nella release del suo sistema operativo, prevede infatti un sistema più efficace di notifiche capace di mostrare anche immagini, sticker, emoticon ma anche conversazioni intere. Non mancherà altresì il supporto alle risposte automatiche, in perfetta linea con l’aggiornamento della piattaforma desktop di Gmail. Novità molto importanti anche per quanto riguarda il WiFi: Google sta lavorando anche al supporto del protocollo WiFi RTT, che permette la localizzazione anche in spazi chiusi e all’interno di edifici.

Today’s schedule? Gettin’. My. Grub. On. 🍔🌭

Un post condiviso da Android (@android) in data:

Lo sviluppo delle applicazioni fintech ha portato Google a voler migliore anche la sua tecnologia NFC, permettendo pagamenti sempre più smart e veloci attraverso i dispositivi con a bordo Android 9 P (Popsicle). Ultima grande svolta, oltre a quella di migliorate performance per il risparmio energetico, è l’eliminazione della possibilità per le app di accedere in background a fotocamera e microfono, così da garantire la privacy degli utenti.

Leggi anche: “Gmail, la mail di Google cambia look: le novità in arrivo”

CONDIVIDI
Sabina Schiavon
Visionaria per vocazione, blogger in erba per passione, freelance per professione. Milanese per nascita e vercellese d’adozione, si occupa di startup, imprese, Industria 4.0 e di tutti i temi legati all’innovazione. Ama la birra belga e il whisky scozzese, gustati accanto a un gatto che fa le fusa.