Lifestyle

Apple e Alipay: nuova collaborazione

Che la Cina fosse un terreno molto ostico per diffondere Apple Pay lo si sapeva, soprattutto perché nel paese asiatico da anni gli utenti sono abituati a pagare tramite piattaforme come WeChat Pat e AliPay. Apple ha dovuto lavorare sodo per promuovere Apple Pay in Cina, grazie alla popolarità di applicazioni wallet locali e esistenti. Ora, anche Apple ha dovuto ammetterlo. Il gigante dell’e-commerce cinese Alibaba ha infatti annunciato che la sua app mobile Alipay è da oggi accettata negli Apple Store fisici di tutta la Cina. E’ la prima volta che Apple consente l’acquisto di prodotti nei suoi negozi tramite un’app wallet di terze parti. La società si era già piegata all’inevitabile nel consentire l’utilizzo di app locali per i pagamenti online, ma ora è destinata ad andare ancora oltre.

Secondo Reuters, Apple ha accettato l’accordo per cercare di facilitare gli utenti cinesi e aumentare così le vendite nel paese, nell’ottica di una spinta del produttore di iPhone per rilanciare la crescita nell’economia mondiale. Tutti e 41 gli Apple Store in Cina accetteranno quindi pagamenti tramite Alipay. Ovviamente, sarà possibile pagare anche con Apple Pay. Negli USA, invece, la diffusione di Apple Pay continua senza sosta con l’aggiunta di decine di nuove banche supportate.

Ciò faciliterebbe, e di molto, la diffusione di Apple Pay sul suolo cinese, dove attualmente centinaia di milioni di consumatori ed imprese si affidano ad Alipay: Apple potrebbe anche approfittare degli accordi esistenti tra l’attuale servizio di pagamento di Alibaba e le oltre 200 istituzioni finanziarie cinesi, con i quali gli utenti trasferiscono i soldi dal conto bancario al conto Alipay.

apple-alipay-

Leggi anche: Apple Pay arriva anche in Italia

Il mercato della Cina

La Cina è un enorme mercato per Apple, con $ 9,8 miliardi di vendite solo nel quarto trimestre del 2017. Tuttavia, il periodo di massimo splendore della compagnia cinese è arrivato nel secondo trimestre del 2015, nel quale ha generato $16 miliardi. Nel frattempo, le transazioni di pagamento mobile della Cina hanno colpito $ 9 trilioni nel 2016, con Alipay che rappresenta circa il 61,5% di quelle vendite.

l legame farà Alipay, gestito da Ant Financial, affiliato di Alibaba, il primo sistema di pagamento mobile di terze parti ad essere accettato in qualsiasi negozio Apple fisico in tutto il mondo, ha detto Ant Financial in un comunicato di mercoledì. Il sistema di pagamento di Apple non era stato molto apprezzato in Cina.
La società con sede a Cupertino accetterà pagamenti Alipay attraverso i suoi 41 negozi al dettaglio in Cina, ha detto Ant Financial, che è stata valutata 60 miliardi di dollari nel 2016. 

Alipay è l’app wallet più popolare in Cina, con WeChat al secondo posto e Apple Pay molto indietro. Alipay è la principale piattaforma di pagamento mobile della Cina, ma affronta la dura concorrenza del gigante di Internet rivale Tencent Holdings,  il sistema di pagamento incorporato nella sua popolarissima app di chat WeChat.

L’accordo di Apple

Apple, il cui sito web cinese, il negozio iTunes e App Store hanno accettato Alipay per più di un anno, non ha risposto immediatamente alle richieste di commento.
L’accordo arriva mentre Apple sta raddoppiando il mercato e sta cercando di rafforzare i legami con i partner e gli enti governativi cinesi locali. L’amministratore delegato dell’azienda, Tim Cook, ha effettuato regolarmente visite recenti nel paese.


Apple sta inoltre spostando i dati degli utenti sui server cinesi entro la fine del mese per rispettare le regole locali e l’anno scorso ha rimosso dozzine di app VPN locali e straniere dal proprio app store cinese. L’agenzia di stampa ufficiale cinese Xinhua ha detto ieri che Apple avrebbe costruito il suo secondo centro dati in Cina nella regione autonoma della Mongolia Interna dopo aver installato un data center nella provincia meridionale di Guizhou l’anno scorso.

Leggi anche: Apple investe in serie tv e ingaggia il premio Oscar Chazelle